Turisti sempre più on-line, strutture ancora troppo off-line

di Redazione Commenta

Un italiano su due consulta Internet prima di organizzare una vacanza. Lo afferma una recente indagine di Federalberghi, secondo cui la Rete è diventata un mezzo fondamentale per scegliere e prenotare il proprio soggiorno. Fra le informazioni più cercate troviamo le destinazioni turistiche (61%), i dettagli sulle strutture ricettive (57%) e le tariffe (53%). La risposta dei gestori italiani a questa crescente domanda è però deludente. Secondo i dati raccolti su un campione di 400 attività fra agriturismi e dimore storiche, una struttura su 4 non ha un proprio sito web, il 35% non pubblica i prezzi e quasi la metà non accetta le prenotazioni on-line. Un controsenso se si considera che il Web si sta velocemente sostituendo alle agenzie di viaggio. Un sito web curato e professionale è fondamentale per posizionarsi in modo credibile ed affidabile”, afferma Filippo Toso, direttore marketing di Creative Park, “è un peccato che molti gestori non lo reputino uno strumento di comunicazione indispensabile”. Per aiutare le strutture turistiche nella promozione della propria immagine on-line, Creative Park ha stilato un decalogo contenente suggerimenti pratici e spunti utili per migliorare l’efficacia del sito web aziendale. Ecco in sintesi i 10 punti suggeriti:

1. Intro e presentazioni animate: meglio evitarle. Questi espedienti estetici rallentano l’accesso alla home page a tutti coloro che ancora non dispongono della banda larga (in Italia rappresentano il 50% dei navigatori – dati Istat riferiti al 2006).
2. Layout grafico: la prima impressione è quella che conta. Secondo un’indagine compiuta dalla Stanford University in oltre il 50% dei casi un design grafico attraente incide in modo positivo sulla credibilità delle strutture turistiche. Una grafica studiata e professionale è in grado di comunicare al navigatore affidabilità e credibilità.
3. L’importanza dei contenuti: scrivere per il web. Gli utenti della Rete non leggono riga per riga, ma scorrono rapidamente la pagina alla ricerca di ciò che potrebbe interessarli. Per questo motivo è consigliabile servirsi di accorgimenti grafici (corsivi, sottolineature e neretti) per facilitare la lettura.
4. Presentare la struttura: non solo immagini. Più della metà dei turisti visita i siti web delle singole attività per valutare il tipo di offerta e farsi un’idea dell’accoglienza. Nella descrizione delle camere, oltre alle foto, è bene pubblicare anche un elenco dei comfort che gli ospiti troveranno al loro arrivo. Una mappa dei vani è utile nel caso di appartamenti e suite, con indicazioni sulla disposizione delle stanze e l’ubicazione dei posti letto.
5. Prenotazione on-line: semplice come un click. La prenotazione on-line non può mancare sui siti web delle strutture turistiche. Secondo Federalberghi ben il 46% dei turisti italiani preferisce effettuare il booking del proprio soggiorno tramite la Rete. Le strutture agrituristiche e le dimore storiche posso servirsi di semplici form attraverso le quali i futuri ospiti possono richiedere la disponibilità ed effettuare la prenotazione.
6. La navigazione di un sito web: semplice ed intuitiva. La navigazione di un sito web deve permettere all’utente di trovare subito e senza fatica le informazioni che sta cercando. Per questo motivo è bene studiare con attenzione il proprio target, per individuare i contenuti che lo interessano maggiormente.
7. Mappa: farsi trovare diventa sempre più facile. Cartine stradali da consultare e stampare sono indispensabili nei siti web delle strutture ricettive. Il servizio di mappatura Google Maps è perfetto per questo scopo visto che permette di inserire sul proprio sito web delle mappe professionali e navigabili a diversi livelli di zoom.
8. Contatti: sempre a disposizione degli ospiti. La pagina dei contatti è una delle sezioni più importanti del sito e deve essere sempre aggiornata. Non possono mancare: indirizzo, numeri di telefono, fax ed e-mail. Una buona idea è indicare i cellulari personali dei gestori e gli indirizzi e-mail con i nomi dei referenti di ogni settore (ad esempio la reception, il ristorante, la mail per le prenotazioni, ecc…).
9. Prezzi: off ed on-line. Tutte le strutture ricettive dovrebbero pubblicare le proprie tariffe anche on-line. Il 53% dei turisti è alla ricerca proprio dei prezzi. La pagina delle tariffe deve essere accessibile direttamente dalla home page ed offrire informazioni chiare ed immediate.
10. Contenuti aggiuntivi: aiutare i turisti ad organizzare al meglio la propria vacanza. Il 61% delle persone che si affida ad Internet, prima di organizzare una vacanza, cerca maggiori informazioni sulle destinazioni. Aiutare le persone ad organizzare il proprio soggiorno è un servizio che ogni struttura turistica dovrebbe offrire sul proprio sito.

La versione completa di questo decalogo può essere scaricata gratuitamente dal sito web www.creativepark.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>