Viaggio in Asia-Indocina a Phu Quoc, l’ isola più bella del Vietnam vicino al golfo della Thailandia

di Blogger Commenta

 Viaggio in Asia-Indocina a Phu Quoc, l’ isola più bella del Vietnam vicino al golfo della Thailandia
Quando si parla di Vietnam non viene spontaneo pensare al mare, eppure proprio di fronte al delta del fiume Mekong c’è la splendida isola di Phu Quoc, la più grande di tutte quelle del paese. Per chi cerca un luogo incontaminato con spiagge di acque cristalline e villaggi di pescatori, Phu Quoc è il paradiso a solo un’ ora di volo dalla vivace e divertente Ho Chi Minh City.
Vicino al golfo della Thailandia, Phu Quoc (che tutti chiamano l’ isola delle 99 montagne) è uno dei luoghi di vacanza più pittoreschi della zona.
I turisti vengono a Phu Quoc per le spiagge, le acque azzurre e il paesaggio tropicale con una ricca vegetazione simile alla giungla.
Phu Quoc è uno dei pochi posti al mondo ancora incontaminati dove fermarsi per una vera vacanza relax nella natura. Attraversata da dolci colline di arenaria, il cui punto più alto supera di poco i 600 metri, Phu Quoc deve il suo fascino alle spiagge bianchissime bordate da palme, alla natura incontaminata (oltre il 70% del territorio di Phu Quoc è riserva naturale) e ai pittoreschi villaggi di pescatori.
Immersa nelle azzurre acque del Golfo, Phu Quoc è ricca di fondali cristallini perfetti sia per lo snorkeling sia per le immersioni. Le spiagge di Phu Quoc, lunghe e spettacolari, sono tutte facilmente raggiungibili.

Il turismo comune ancora molto scarso si concentra a occidente, mentre a oriente, attorno al villaggio Ham Ninh si trovano chilometri di distese incontaminate di sabbia, dove la presenza dei turisti è poca.
La spiaggia più affascinante del nord-ovest è Bai Dai, sulla costa nord-orientale si estende Bai Thom e in una insenatura nel punto più meridionale della costa orientale si trova Bai Khem con la sua sabbia candida e la posizione appartata.
Molto bella anche la zona intorno a Duong Dong con le spiagge di: Ong Lang, Cua Can, Bao Sao, Bai Thuong (Long Beach) lunga ben 20 chilometri.
A circa 20 minuti di barca dalla punta estrema a sud dell’ isola di Phu Quoc, si trovano le minuscole 15 isole di An Thoi.

DOVE DORMIRE A PHU QUOC
Tra gli alberghi e sulla spiaggia sorgono piccoli resort in new-vietnamita-style. Ogni bungalow è decorato con raffinato design seguendo i dettami dell’ architettura eco sostenibile e del feng shui con veranda privata e accesso diretto al mare. Come al Sasco Blue Lagoon In (www.sasco-bluelagoon-resort.com/about.php) dove un bungalow sulla spiaggia costa da 150 euro.
In riva al mare c’è poi il delizioso La Veranda Resort (www.laverandaresort.com) costruita da Accor con doppie da 95 euro. La Fabbrica dei Sogni (tel 035882115) propone 12 giorni in B&B a La Veranda Resort con voli e prima colazione a partire da 2.090 euro.
Porta d’ Oriente (tel 0119642331) organizza invece tour di 10 giorni con voli e soggiorni al Sasco Blue Lagoon In a partire da 1.770 euro. Entrambi gli alberghi si trovano vicino a Duong Dong, un porto peschereccio dove si possono visitare il vivace mercato e la Pagoda di Cau, un tempio in onore della dea Thien Hau protettrice di marinai e innamorati. Per mangiare si trovano ovunque locande che preparano ottime fritture di gamberetti e frutti di mare.

COSA VEDERE SUL DELTA DEL FIUME MEKONG
Lasciata Phu Quoc si prende il traghetto che, con 6 ore di traversata, porta a Rach Gia nel cuore del delta del Mekong, dove il lungo fiume si perde in canali tra villaggi e risaie.
A Vinh Long, 177 chilometri da Ho Chi Minh City, si risale il corso del fiume in un viaggio spettacolare che porta all’ isolotto di Cai Be con il caratteristico mercato galleggiante: una folla di barche cariche di ogni tipo di frutta, verdura e artigianato.

COSA VEDERE A HO CHI MINH CITY
Sempre da Phu Quoc si vola a Ho Chi Minh City in un’ ora. Il biglietto con Vietnam Airlaines (www.vietnamairlaines.com) costa circa 120 euro. Il centro si apre intorno a Dong Khoi (la vecchia Rue Catinat dei Francesi) ed è assediato da grattacieli hi-tech, boutique e ristoranti di tendenza. Nemmeno in Vietnam può mancare il quartiere cinese che qui ha il coloratissimo mercato di Cholon. Merita una visita anche la Pagoda di Thien Hau, la più antica della città e dedicata alla Dema Celeste protettrice di marinai e navigatori.

Per maggiori informazioni c’è il sito del ministero del turismo vietnamita www.vietnamtourism.com
e l’ Associazione nazionale Italia-Vietnam tel 016-55166 www.italia-vietnam.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>