Competitività e sviluppo sostenibile: il futuro del turismo promosso dalla Regione Toscana e dalla rete europea delle regioni

di Redazione Commenta

Competitività e sviluppo sostenibile, ecco il futuro del turismo promosso dalla Regione Toscana
Appuntamento nel 2009 a Firenze per il forum della rete europea delle regioni

Raccogliere la sfida della competitività senza rinunciare ai principi dello sviluppo sostenibile. E’ questa la base del modello per il turismo che la Toscana sta mettendo in atto per uno sviluppo rispettoso del suo patrimonio ambientale e culturale e su cui si impernia la rete europea Necstour – 15 le regioni che ad oggi ne fanno parte – che, a un anno di distanza dall’ avvio del progetto, sta entrando in una fase operativa su iniziativa della Regione Toscana insieme alla Catalogna e al Paca.
A presentare alla platea di politici e operatori del settore turismo presenti al settimo Forum europeo a Bordeaux il suo modello di sviluppo del tirismo è stato l’ assessore a cultura, turismo e commercio della Regione Toscana Paolo Cocchi.
La Regione Toscana, così come molte Regioni del nostro paese, riservano al turismo un’ importanza centrale rispetto all’ obiettivo di garantire uno sviluppo sostenibile dell’ economia e una sempre maggiore qualità del lavoro dei tantissimi addetti, lavoratori e professionisti che concorrono all’affermazione dell’offerta turistica italiana così apprezzata nel mondo. Se in tema di sviluppo sostenibile del turismo sono state realizzate svariate iniziative a livello internazionale è indispensabile ora condividere e sperimentare delle prassi positive sulle destinazioni più importanti.

Per il successo della rete di regioni e di protagonisti locali del turismo sono due, per l’assessore Cocchi, i filoni di impegno e intervento: in primo luogo va promosso il dialogo sociale e vanno poi presidiati i dieci settori che garantiscono l’operatività degli obiettivi strategici per il turismo sostenibile, come la destagionalizzazione dei flussi turistici, la tutela attiva del patrimonio culturale, di quello ambientale e dell’identità delle destinazioni, la diminuzione e ottimizzazione dei consumi di energia e dell’ utilizzo delle risorse naturali e in particolare dell’ acqua, oltre all’ impatto dei trasporti e alla qualità della vita dei residenti e del lavoro.
Per tutti i soggetti che vogliono contribuire alla costruzione e messa in atto di un modello operativo per un turismo sostenibile e competitivo l’ appuntamento è nel 2009 a Firenze per il Forum, promosso dalla Regione Toscana, della rete europea delle regioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>