Itinerario di viaggio a Milano: percorsi dell’ acqua da Leonardo ai Visconti

di Redazione Commenta

Spread the love

E’ un luogo comune pensare che Milano non sia una città turistica o che, quantomeno, offra poco da vedere. In realtà, Milano è legata a doppio filo con la figura di Leonardo da Vinci, dei suoi canali, dell’ acqua. Anche se Milano ha perso gran parte del suo antico aspetto di città d’ acqua, fatta eccezione per il quartiere dei navigli, numerose sono le testimonianze, seppur coperte, che ancora oggi ricordano un recente passato fatto di canali, conche, chiuse, alzaie e antichi approdi. Vi offriamo qui un percorso legato dal tema dell’ acqua, alla scoperta dei luoghi di Milano meno conosciuti al turista.

ACQUARIO CIVICO
Dove: Viale Gadio, 2
Quando: martedì/domenica 9.00-13.00, 14.00-17.30
Come: M2 fermata Lanza – Bus 3, 7, 12, 14, 45, 57 e 61
Inaugurato nel 1906 come padiglione dell’ Esposizione Internazionale di Milano, è uno degli acquari più antichi del mondo. Divenne stazione idrogeologica nel 1908 e da allora operò come sezione del più grande museo di Storia Naturale diventando istituto autonomo nel 1968. Si tratta di un prestigiosi edificio liberty di forma ovale, arricchito esternamente da antichi ornamenti che hanno per tema il mare. Nel 1943 venne bombardato e poi ricostruito. Oggi, più che la casa dei pesci, è il luogo dov e si studia e rappresenta l’ ambiente che li contiene: l’ acqua.

BAGNI MISTERIOSI DI DE CHIRICO
Parco Sempione, di fronte al palazzo della Triennale
Come: M1/M2 fermata Cadorna – Tram 1 Autobus 61, 169
E’ una fontana senz’ acqua, inugurata nel 1973 per la 15a edizione della Triennale di Milano. Nella sua forma originaria comprendeva sette elementi: due bagnanti, un cigno, una semisfera colorata, una palafitta e una roccia di pietra di Vicenza.

BATTISTERO DELLA BASILICA DI SANT’ AMBROGIO
Dove: Basilica di Sant’ Ambrogio, Piazza S. Ambrogio 15
Quando: feriali 7.30-12.30, 14.30-19.00 / festivi 7.30-13.00, 15.00-20.00
Come: M2 fermata S. Ambrogio – Autobus 50, 58 – Tram 16
Ricavato nel 1868 all’ interno della Basilica di Sant’ Ambrogio, fu posizionato nella seconda campata della navata sinistra. Accoglie il fonte battesimale a forma di monolito in porfido opera di Franco Lombardi.

CONCA VIARENNA
Dove: Via conca del Naviglio (all’ altezza del civico 28)
Come: M1/M2 fermata Cadorna + 94 – M2 fermata Sant’Ambrogio + 94 – Tram 2, 14
Il nome della prima conca di navigazione milanese si compone di due parole: via e renna, che nel dialetto milanese significa sabbia per sottolineare la sua originaria funzione di via per il trasporto della sabbia e dei materiali per la Fabbrica del Duomo. Costruita nel 1439, consentiva la libera navigazione dal porto Laghetto di S. Stefano in Brolo ai piedi della Fabbrica fino a Sant’Eustorgio.

CRISTO REDENTORE
Dove: Via san Dionigi, 6
Come: Autobus 95 – M3 fermata porta Romana + bus 77
Alle spalle dell’ edificio in via san Dionigi 6, appoggiato su una terrazza svetta una grande statua del Cristo benedicente, confidenzialmente chiamata “el signur de Milan”. Il Cristo dava il benvenuto ai viandanti che dalla vicina abbazzia di Chiaravalle giungevano a Milano. Oggi la misteriosa statua è priva di una mano, troncata dalla benna di una ruspa durante i lavori di riparazione di un lampione alcuni anni fa.

EX-CENTRALE DI CENISIO

Dove: Via Cenisio, 39
Come: Tram 12, 14 – Autobus 169
E’ un’ ex centrale di pompaggio che iniziò a funzionare nel 1906. Rappresenta una delle opere di urbanizzazione che meglio simboleggiano lo sviluppo di Milano.

MARTESANA
Dove: Naviglio della Martesana
Come: Accesso da Viale Monza o Via Padova
Il Naviglio della Martesana, detto anche Naviglio piccolo, prende il nome dal contado di cui faceva parte il territorio attraversato. In esso vive la stirpoe della gens martecia. Realizzato dal duca Francesco Sforza, il primo progetto non era pensato per la navigazione, ma per fornire forza motrice ai mulini.Si dice che di questo progetto si occupò anche Leonardo da Vinci.

PIAZZA FONTANA
Dove: Piazza Fontana
Come: Tram 15 – M1 fermata Duomo
Si trova alle spalle del Duomo e prende il nome dalla fontana di granito al centro della piazza. Fu installata nel 1780 per volere di Maria Teresa d’ Austria.

PONTE DELLE SIRENETTE
Dove: Parco Sempione
Come: Tram 12, 14 – Autobus 61, 169
E’ ad arco ribassato, con quattro statue di sirene munite ciascuna di un remo. E’ il primo ponte in ghisa di Milano.

POZZO DEL CONVENTO DELLE DAME VERGINI ALLA VETTABBIA
Dove: Via Cosimo del Fante, 16
Come: Tram 15 – Autobus 94
Nel contesto del portico dell’ antico convento del monastero delle domenicane di S. Maria della Vettabbia è presente un meraviglioso pozzo trecentesco a testimonianza dell’ antico passaggio della roggia Vettabbia nel centro cittadino, che dava acqua al naviglio interno ed ai mulini.

SANTUARIO DI S. MARIA ALLA FONTANA
Piazza S. Maria alla fontana, 11
Quando: domenica 9.30-12.00, 16.00-17.30 oppure su appuntamento
Come: Bus 82 – Filobus 90, 91, 92 – M3 fermata Zara
Il santuario dedicato alla Madonna della Fontana è unico per il suo impianto architettonico rinascimentale. Sorge in una località che all’ inizio del 1500 si presentava come una brughiera ricca di fontanili e lontana dalla città. Dove oggi sorge il santuario esisteva (ed esiste tutt’ ora) una depressione naturale del terreno di 2,40 metri sotto al livello della strada. Era l’ unica in città con una fonte d’ acqua sorgiva che usciva da una pietra.

TERME DI DIANA
Dove: Viale Piave, 42
Come: M1 fermata Porta Venezia – Tram 29, 30
L’ incantevole bagno di Diana è stata la prima piscina naturale pubblica d’ Italia. Aperta nella città di Milano nel 1842, era così denominata dalla statua della dea. Con accesso dall’ odierna via Paolo Mascagni, aveva una vasca grande 25mtx100mt con profondità da uno a tre metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>