Mostra ISALazioni artistiche a Cesano Maderno, fino al 1 maggio 2009, Milano

di Redazione Commenta

“ISALazioni artistiche. L’Arte invade la città”: una pacifica invasione d’ arte per la città, fino ai primi di maggio 2009 è la protagonista di questa bizzarra manifestazione artistica. L’ Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda (ISAL) in collaborazione con l’ Assessorato alla Cultura e Turismo e l’ Assessorato allo Sviluppo Economico del Comune di Cesano Maderno ha organizzato la mostra “ISALazioni artistiche. L’Arte invade la città” curata dalla storica dell’ arte Patrizia Iorio e dal Prof. Ferdinando Zanzottera, docente di Storia della Città e dell’ Architettura Contemporanea al Politecnico di Milano e Conservatore degli Archivi e della Fototeca dell’ ISAL.

La proposta di “invadere” pacificamente con quadri e sculture di giovani artisti le vetrine dei negozi e di alcuni spazi urbani nei quali si svolgono differenti attività della vita quotidiana dei cesanesi è nata dal desiderio di condividere con un numero sempre maggiore di persone l’ arte contemporanea. Differenti per formato, tecnica esecutiva e linguaggio espressivo le opere disseminate sul territorio sono oltre 200, la maggior parte delle quali ha trovato spazio nelle vetrine dei negozi che affacciano su strada.

IL CONCORSO A PREMI
Alla mostra è collegato anche un concorso a premi con una giuria composta da esperti del mondo dell’ arte e da accademici e da una giuria popolare, che esprimeranno il loro giudizio sulla migliore opera esposta e sulla migliore esposizione o vetrina allestita. A partire da lunedì 6 aprile tutti i cittadini, di conseguenza, sono invitati a votare l’ opera d’arte e l’ allestimento preferiti le cui schede potranno essere consegnate in apposite urne allestite all’interno degli uffici comunali o direttamente presso la sede dell’ ISAL.

ARTE E NEGOZI
Inizialmente l’ iniziativa era stata pensata per un numero limitato di attività commerciali, 35-40 negozi, ma dato l’ alto numero di richieste giunte all’ Assessorato alla Sviluppo Economico da parte dei negozianti, si è deciso di aumentarne il numero, fermandosi nell’ accettazione al superamento delle cento attività commerciali. Inaugurata in occasione dell’ apertura dell’ importante mostra “Mille artisti a palazzo” questa esposizione costituisce un ulteriore momento importante per la città, divenuta un’ unica grande ed estesa vetrina di arte.

IL SONDAGGIO SULLE OPERE

Nelle prime due settimane di esposizione è stato distribuito anche un sondaggio nei negozi coinvolti, per raccogliere un primo giudizio sull’ iniziativa e sulle opere d’ arte esposte, i cui risultati sono stati elaborati per il campione significativo del 90%. Malgrado il giudizio espresso sulle singole opere sia stato eterogeneo, si passa da pareri di forte perplessità a valutazioni eccellenti, la media matematica delle votazioni ha registrato un parere positivo superando la sufficienza. Voto assolutamente incoraggiante, inoltre, è stato espresso dai negozianti sull’operato dell’ISAL e sull’iniziativa di distribuire l’arte nei negozi cesanesi, che nel suo complesso ottiene una valutazione che raggiunge gli 8,5 punti su 10. Molti sono stati i negozianti che hanno accettato l’ invito dell’ ISAL di fornire consigli utili per migliorare il servizio loro offerto dal Comune e dall’ Istituto stesso, anche in previsione di un’ ipotetica ulteriore manifestazione, alla quale hanno dichiarato di voler partecipare il 97,3 % degli intervistati.
Nel suo complesso la manifestazione, che si protrarrà sino ai primi di maggio, ha dimostrato la positività e la necessità di parlare di Arte e, in modo particolare, di dialogare di Arte Contemporanea.

L’ARTE AIUTA GLI AFFARI
Divisi i commercianti, infatti, si sono dimostrati sul tema del valore turistico e commerciale di iniziative analoghe, poiché il 48% degli intervistati ritiene che esposizioni come questa abbiano anche una ricaduta economica positiva sulle attività commerciali della città, mentre il 47% ritiene che esse non producano alcun effetto economico diretto (il 5 % si è dichiarato indeciso).
La mostra costituisce un’ulteriore occasione per riflettere sull’innovazione della città in senso moderno, sull’ importanza che l’ arte e il turismo svolga nel territorio della Brianza e sul rapporto che intercorre tra centro e periferia, tra storia e contemporaneità e tra realtà culturali e capacità imprenditoriali briantee.

UNA CITTA’ D’ ARTE
L’ esposizione, fortemente voluta dalla nuova direzione e presidenza dell’ISAL, dall’ Assessorato alla Cultura e Turismo e dall’Assessorato allo Sviluppo Economico del Comune di Cesano Maderno, costituisce un’ ulteriore arricchimento culturale per la città, proclamata Città d’ Arte, anche in relazione alle numerose prestigiose mostre che in questi ultimi anni l’ hanno contraddistinta.
La mostra, inoltre, è stata un’ ulteriore occasione per testimoniare l’ affetto e la gratitudine che l’ISAL nutre nei confronti del Comune di Cesano Maderno, poiché ancora una volta ha organizzato un evento senza richiedere alcun contributo economico e gratuitamente ha coinvolto numerose istituzioni culturali ed accademiche, poiché per essa si sono mobilitati numerosi studenti e docenti dell’ Accademia di Belle Arti di Brera (Milano), dell’ Accademia Albetina delle Berti Arti di Torino, del Museo d’Arte Paolo Pini, dell’ Associazione Culturale per il Recupero della Creatività Artistica e la Riabilitazione Psicosociale, R.S.A. di Lodi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>