La nostra Caterina: una rassegna culturale a Savignone, dal 23 luglio al 29 agosto

di Redazione Commenta

Spread the love

Quattro conferenze, una mostra, una messa solenne con processione, due itinerari guidati e un concerto: si svolgerà dal 23 luglio al 29 agosto in Vallescrivia, nell’immediato entroterra genovese, la rassegna culturale “LA NOSTRA CATERINA. 1510-2010: SAVIGNONE CELEBRA IL V CENTENARIO DELLA MORTE DI SANTA CATERINA FIESCHI ADORNO” dedicata a Santa Caterina da Genova, nata Fieschi, la mistica che assisteva i malati e i bisognosi, la cui nobile famiglia possedeva proprio a Savignone un feudo sin dalla metà del XIII secolo.

IL PROGRAMMA DI “LA NOSTRA CATERINA”
Programma:
* Venerdì 23 luglio, ore 20,45, San Bartolomeo di Vallecalda, oratorio: Conferenza “Caterina degli esposti” a cura dello storico Giovanni Meriana sull’opera della Santa a favore dei bambini abbandonati.
* Domenica 25 luglio, ore 11, Savignone, chiesa parrocchiale, Santa Messa solenne in onore di Santa Caterina, officiata da S.E. Monsignor Martino Canessa, vescovo di Tortona, e Fra Vittorio Casalino, direttore Beni Culturali Cappuccini: a seguire, processione per le vie del paese con la statua della Santa portata dalla locale confraternita.
* Giovedì 29 luglio, ore 20,45, Savignone, Sala Don Botto: Conferenza “Caterina Mistica e Santa” a cura di Don Paolo Fontana, archivista della Curia di Genova, seguita da una rappresentazione scenica sulla vita della Santa della compagnia Unitreatro.
* Mercoledì 4 agosto, Itinerario in Vallescrivia “Sulle tracce di Santa Caterina”, con partenza da Savignone alle 9,30 e arrivo a Savignone alle 19,00.
* Venerdì 6 agosto, ore 20,45, Savignone, Hotel Palazzo Fieschi: Conversazione con proiezione di immagini su “Santa Caterina nell’arte” a cura di Mariangela Bruno, storico dell’arte, con intermezzi musicali e letture di passi dagli scritti della Santa a cura di Andrea Visconti.
* Venerdì 13 agosto, ore 20,45, Savignone, Hotel Palazzo Fieschi: Conferenza “Caterina degli ospedali” a cura del professor Giovanni Regesta, Primario Emerito di Neurologia, Ospedale San Martino di Genova, sulla medicina e i metodi di cura ai tempi della Santa.
* Venerdì 20 agosto, ore 20,45, Savignone, chiesa parrocchiale: Concerto “Ave donna sanctissima: musica al tempo di Santa Caterina Fieschi Adorno” con musiche dei secoli XV-XVI, a cura dell’ensemble Orientis Partibus di Assisi. Introduzione di Vladimiro Vagnetti sulla musica e gli strumenti musicali al tempo di Caterina.
* Mercoledì 25 agosto, Itinerario a Genova “Sulle tracce di Santa Caterina”, con partenza da Savignone alle 9,30 e arrivo a Savignone alle 19,00.

LE CONFERENZE
I relatori delle quattro conferenze (a ingresso libero) racconteranno l’instancabile attività benefica della santa, che curava i malati dell’ospedale genovese di Pammatone (e per questo fu anche contagiata dalla peste ma guarì) e accoglieva i bambini abbandonati. Esploreranno il suo insegnamento religioso, testimoniato anche dagli scritti “Trattato del Purgatorio” e “Dialogo spirituale”. E descriveranno le opere d’arte ispirate da Santa Caterina, il cui corpo incorrotto riposa nella chiesa a lei dedicata in pieno centro di Genova.

GLI ITINERARI GUIDATI
I due itinerari guidati (a pagamento, 25 euro a persona comprensivi di spese di viaggio, ingressi, guida, pranzo e aperitivo, informazioni e prenotazioni entro il 30 luglio 010-9360063 o [email protected]), uno in Vallescrivia e l’altro a Genova, toccheranno una serie di luoghi legati alla vita di Santa Caterina e alla storia della sua famiglia.

LA MUSICA
L’ensemble di musica medioevale e rinascimentale degli Orientis Partibus, nato ad Assisi agli inizi degli anni Novanta, ha all’attivo tournée in Italia, Francia, Germania, Polonia, Olanda, Austria, Finlandia, Ungheria e Australia. Il gruppo esegue con fedeltà filologica le antiche arie, suonando anche strumenti musicali oggi scomparsi, ricostruiti secondo le fonti iconografiche dell’epoca. A Savignone il 20 agosto si esibirà nel concerto “Ave Donna Sanctissima. Musica al tempo di Santa Caterina Fieschi Adorno”, una panoramica sul repertorio polifonico sacro della seconda metà del Quattrocento che culminerà nella prima esecuzione moderna di un “Magnificat” composto in ambiente francescano fra il 1470 e il 1480, quindi proprio negli anni della conversione di Santa Caterina. L’ensemble Orientis Partibus è composto da: Luca Dellacasa, voce; Valeria Puletti, canto, vielle; Marco Becchetti, vielle, ribeca, viola da gamba; Fabrizio Lepri, vielle; Giovanni Brugnami, flauti diritti, flauto col tamburo, traverse; Vladimiro Vagnetti, bombarda, salterio, percussioni.

I DIPINTI
Palazzo Fieschi a Savignone ospiterà dal 24 luglio al 29 agosto una mostra di dipinti antichi, documenti, stampe, libri, fotografie e oggetti che testimoniano la devozione per Santa Caterina.

IL CONCORSO “UNA GIORNATA CON CATERINA”
Alla rassegna culturale è anche legato il concorso “Una giornata con Caterina” riservato agli studenti della scuole della Provincia di Genova d’età compresa fra gli 11 e i 14 anni, che sono invitati a consegnare in busta chiusa entro il 31 agosto 2010 alla Biblioteca di Savignone (010-9761183) un elaborato narrativo lungo al massimo 70 righe e ispirato alla vita di Santa Caterina. I vincitori riceveranno buoni acquisto per libri, dischi e materiale multimediale del valore di 200, 100 e 75 euro.

La rassegna culturale “LA NOSTRA CATERINA. 1510-2010: SAVIGNONE CELEBRA IL V CENTENARIO DELLA MORTE DI SANTA CATERINA FIESCHI ADORNO” è stata organizzata dal Comune di Savignone e da Hotel Palazzo Fieschi, in collaborazione con il Museo Beni Culturali Cappuccini di Genova, la parrocchia di San Pietro di Savignone, la parrocchia di San Bartolomeo di Vallecalda e l’associazione “I Lunedì musicali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>