GUIDA DI VIAGGIO A LIVERPOOL:da “LiverCool” a Città della cultura.

di Redazione Commenta

La città di Liverpool (500.000 abitanti) si trova sull’estuario del fiume Mersey, che si trova nella Contea del Merseyside, situata nell’Inghilterra nord-occidentale.

A causa di questa sua posizione geografica la città gode di un clima caratterizzato da inverni rigidi e piovosità diffusa durante quasi tutto l’arco dell’anno, per cui una visita è consigliata soprattutto nella bella stagione, anche se Liverpool rimane una meta interessante sempre.

La città della cultura
Liverpool sta diventando velocemente una delle più popolari città d’importanza turistica in Europa. Nominata Capitale Europea della Cultura nel 2008, vanta il maggior numero di teatri, musei e gallerie che qualsiasi altra città inglese, esclusa Londra.

Di antica fondazione, la città deve la sua importanza alla posizione strategica che, soprattutto a seguito della Rivoluzione Industriale, la rese uno dei principali porti d’Inghilterra. Questo portò molti degli immigrati che sbarcavano in città a stabilirsi e formare numerose comunità (soprattutto quella irlandese). Dopo anni di degrado la città ha iniziato la sua rinascita negli anni sessanta, grazie ad uno dei fenomeni musicali più grandi della storia del Pop, quello dei Beatles, i celebri Fab Four, che dal mitico Cavern Club partirono alla conquista del mondo.
Oggi Liverpool ed è una delle più grandi e importanti città della Gran Bretagna dal punto di vista culturale, grazie alla presenza dell’Università e di alcuni importanti musei, turistico, grazie alla riqualificazione dell’area dei Docks, sportivo (soprattutto calcistico) e naturalmente portuale.

L’area dei Docks: dopo anni di degrado e di abbandono l’area che anticamente costituiva il principale punto di arrivo a Liverpool, sta tornado ad essere uno dei punti principali della città, soprattutto nell’Albert Dock, che ospita alcune mete interessanti dal punto di vista turistico, come il Marittime Museum, dedicato alla storia del porto e alla sua importanza per la città, la Tate Gallery, che come l’omonima galleria della capitale Londra ospita mostre temporanee dedicate alla pittura e alla scultura contemporanea, e il Beatles Story Museum, dedicato alla vita (non solo artistica) di John Lennon, Paul Mc Cartney, George Harrison e Ringo Starr. Il museo infatti ripercorre la storia del gruppo che a partire dal primo singolo Love me Do (1963) sino all’album postumo Let it Be (1970) segnò per sempre la storia della musica grazie ad un repertorio in cui spiccano tra le altre canzoni come Yesterday, All You Need is Love, Let it Be, Something e moltissimi altre (senza considerare i pezzi da solisti come No more lonely nights e Hope of deliverance di Mc Cartney e soprattutto Imagine di Lennon, ancora oggi considerata una delle canzoni più belle di tutti i tempi) che ancora oggi vengono suonati dalle radio e rielaborati in chiave moderna in tutto il mondo.

Oltre al Beatles Museum tutta la città offre innumerevoli negozi di souvenir e attrazioni per i fans dei Fab Four.

La zona del Centro: dall’area dei Docks percorrendo Victoria Street si giunge nell’area di St. John’s Gardens, vero cuore di Liverpool in cui sorgono luoghi di sicuro interesse come la George’s Hall, il Liverpool Museum e soprattutto la Walker Art Gallery, uno dei musei più importanti di tutta la Gran Bretagna, in cui si trova una prestigiosa collezione di dipinti inglesi, francesi, italiani e fiamminghi. Tutta la zona circostante, adibita a Zona Pedonale, ospita i principali ristoranti, alberghi e locali di Liverpool, tra cui merita sicuramente una citazione il Cavern Club, dove iniziarono la loro carriera, manco a dirlo, i magnifici Beatles.

La zona dell’Università: a ovest della zona centrale si trova l’Università di Liverpool, vero polo culturale della regione, e la moderna Cattedrale Cattolica di Christ the King, vero punto di riferimento religioso soprattutto per la folta comunità irlandese presente in città.

Altre destinazioni a Liverpool: a sud dell’università si trova invece la Cattedrale Anglicana, di recente costruzione. Chi proprio non vuole perdersi neanche un luogo dei Beatles infine, può recarsi nei luoghi delle loro canzoni, come allo Strawberry Fields o a Penny Lane.

Se siete alla ricerca di verde, pace e tranquillità, nella Merseyside troverete chilometri di coste suggestive, una campagna verdissima e numerosi parchi nazionali.

Subito fuori i confini del centro cittadino si trovano Sefton Park e Princes Park, due eccezionali oasi di tranquillità create nell’epoca vittoriana dove riposarsi tra lussureggianti prati all’inglese, alberi secolari e una ricca fauna.
Il Birkenhead Park, creato tra il 1843 ed il 1847, è stato il primo parco pubblico al mondo ed è stato usato come modello per molti altri parchi famosi, tra cui Central Park a New York.

Per ammirare uno dei più bei panorami sull’estuario del fiume Dee bisogna recarsi nel villaggio di West Kirby, nel Wirral, da dove si possono osservare le foche grigie dell’Atlantico riposare sui banchi sabbiosi davanti alle bellissime isole Hilbre.

Il fiume più famoso che attraversa la Merseyside è l’Halton Bridge ed in questa zona vi sono molti posti da visitare e molte cose da fare. Tra questi spicca Spike Island, il luogo di nascita dell’industria chimica britannica, oggi trasformata in una distesa di prati, boschi e corsi d’acqua da esplorare con angoli tranquilli e suggestivi per passeggiare, pescare ed osservare la natura.

Shopping
Quando la Bibbia della moda Tatler rinominò la città ‘Livercool’, stava sottolineando semplicemente ciò che tutti già sapevano: Liverpool crea lo stile, e lo fa meglio di chiunque altro! Nel centro commerciale Cavern Walks troverete i negozi di importanti stilisti come Vivienne Westwood, Cricket e Ted Baker. Oppure andate al Liverpool One, coi suoi 60 negozi, caffè e ristoranti con vista sul magnifico Chavasse Park.

Scena musicale e vita notturna
Non si può parlare della scena musicale di Liverpool senza nominare i Beatles . Ma la città si sta facendo conoscere anche per alcune nuove band che iziano a imporsi nella scena musicale inglese. Per la musica dal vivo, recatevi alla Liverpool Academy, Bumper e Magnet. E per una divertente serata, i bar e locali nella zona di Concert Square e Mathew Street hanno qualcosa per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>