Unità d’Italia: il 17 marzo è festa. Ecco le iniziative in programma

di Redazione Commenta

Il Consiglio dei ministri ha deciso: il 17 marzo sara’ festa nazionale. I 150 anni dell’Unità d’Itallia hanno ora un palcoscenico speciale. Mentre rimane l’eco di Benigni a Sanremo con la sua appassionata esegesi dell’inno di Mameli, il suo ingresso trionfale dal fondo del teatro Ariston, a cavallo con lo sventollio del tricolore con un audience che ha superato tutti i pronostrici.
Feste e appuntamenti in tutta Italia. Dopo le celebrazioni del Tricolore a Reggio Emilia, il testimone simbolico dei 150 anni dell’Unita’ d’Italia torna al Piemonte con l’inaugurazione, il 17 marzo a Torino del grande progetto ‘Esperienza Italia’, con incontri, eventi, manifestazioni e due luoghi straordinari: le Officine Grandi Riparazioni e La Venaria Reale. Le Officine a pochi passi dal centro storico, diventeranno l’Officina Italia, un laboratorio realizzato attraverso tre mostre aperte fino al 20 novembre: ‘Fare gli italiani’, un percorso multimediale, creativo, interattivo mirato a far cogliere allo spettatore i fattori che in 150 anni di storia hanno ‘fatto’ gli italiani; ‘Stazione Futuro. Qui si rifa’ l’Italia’ che parte dall’assunto che nei prossimi dieci anni in Italia cambiera’ tutto per l’avvento della banda larga e dell’alta tecnologia.

I festeggiamenti a Torino
A Venaria Reale, a pochi chilometri da Torino, il maestoso complesso barocco si trasformera’ invece nella Reggia d’Italia, in cui si potranno ammirare le meraviglie del talento italico con le mostre ‘La bella Italia. Arte e identita’ delle citta’ capitali’, ‘Leonardo’, ‘Alta moda in Italia’, ‘Orti e frutteti nei Giardini della Reggia’. In questi giorni la Reggia riapre con un percorso dedicato ai Savoia, con la ‘Promenade’ che ripropone i fasti della Reggia e le sue sale sfarzose.
Torino presenta anche percorsi golosi nei vecchi caffe’ del Risorgimento dove si parlava di politica e dove si discuteva come costruire la nuova Italia. Decine di appuntamenti per scoprire anche i dolci preferiti da Garibaldi.
Per un viaggio nel Risorgimento ci sono i ‘Luoghi della memoria’ www.iluoghidellamemoria.it, lungo i quali si ‘ è sviluppato tutto il percorso risorgimentale.

I festeggiamenti nel resto d’Italia
Luoghi simbolo dal Nord al Sud dell’Italia che hanno punteggiato la storia delll’Unità d’Italia, opppure tra i cento musei piccoli e grandi che ricordano i protagonisti dell’Italia Unita, ma anche i grandi e i piccoli eroi. Al via i lavori del nuovo museo Nazionale di Caprera. Tremila metri quadrati intorno al Forte Arbuticci, affacciati su uno dei mari piu’ belli d’Italia, per raccontare l’eroe che l’Italia rese un unico paese. Il museo non sarà solo costituito da cimeli ma racconterà in maniera diversa l’Eoe dei Due mondi, il suo cammino, le sue idee, le sue solitudini con un itinerario che partirà dall’America latina per arrivare fino ai suoi ultimi giorni in questa piccola e magica isola sarda. Luoghi della storia che si mescolano anche a tanti aneddoti, come quello che la piccola flotta del marsala fece da scudo allo sbarco, evitando ai garibaldini di essere colpiti. Tra verità e leggenda, il vino dolce siciliano entra così nella storia garibaldina con un pizzico d’Inghilterra visto che la flotta apparteneva alle distillerie britanniche Woodhouse che esportarono il famoso vino in tutto il mondo.

La notte tricolore
Nella fitta agenda per la Festa del 17 marzo, grande attesa per la grande notte tricolore, in programma tra il 16 e il 17 marzo come momento clou delle celebrazioni per 150esimo anniversario dell’Unitá d’Italia. A Roma, oltre ad una serie di celebrazioni nei luoghi simbolo del Risorgimento,dal Gianicolo, al Pantheon, all’Altare della Patria, tutta una serie di appuntamenti e iniziative: concerti, musei aperti, letture all’Auditorium e fuochi d’artificio al Gianicolo. La due giorni nella capitale si concluderá con la serata di gala al Teatro dell’Opera con il Nabucco diretto dal maestro Muti (www.operaroma.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>