Tutti in bicicletta per l’arrivo della primavera: le proposte di Fai e Fiab

di Blogger Commenta

I primi raggi e colori della primavera, il desiderio di rilassarsi e di lanciarsi alla scoperta del bel territorio italiano in modalità slow, su due ruote. È la proposta per il weekend del 25 e 26 marzo della Federazione italiana amici della bicicletta (Fiab) che anche quest’anno sposa le Giornate di Primavera del Fondo Ambiente Italiano (Fai) con decine di escursioni in bici in programma in tutta Italia. Parallelamente alle visite guidate e all’apertura straordinaria al pubblico di beni culturali prevista per l’ultimo fine settimana del mese, le associazioni ciclo-ambientaliste della Fiab organizzano itinerari in tutta Italia da percorrere rigorosamente in bicicletta e aperti anche a chi non è socio, promuovendo vantaggi e potenzialità del cicloturismo. Nella maggior parte dei casi, inoltre, i monumenti, i siti culturali, i giardini potranno essere raggiunti anche con la formula di trasporto integrato bici e treno che in alcune regioni prevede il trasporto gratuito delle biciclette sui convogli regionali di Trenitalia.

Le iniziative in tutta Italia
Le iniziative sono oltre cinquanta, spalmate su tutta la penisola. Chiunque può trovare il percorso più adatto ai propri gusti, anche chi non ha molto tempo a disposizione per spostarsi su lunghe distanze.

Al Sud
Partendo dal Sud, ad esempio, la Sicilia propone diverse uscite: la scoperta di Palermo, dal Castello di Maredolce al Teatro Santa Ceclia; la bellissima città barocca di Ragusa, esplorando i meandri di Ragusa Ibla con visita al monumento di archeologia industriale della Cava Gonfalone. Gli amanti delle due ruote e della Lucania potranno dilettarsi in poco più di cinquanta chilometri da Policoro, in provincia di Matera, con il Castello del barone Berlingieri, attraversando il Parco archeologico di Policoro, l’oasi Bosco Pantano e visita alla Torre Bollita. In Puglia fra i percorsi si segnalano in particolare quello che dalla stazione di Bisceglie parte alla volta dei luoghi di culto romanici nel borgo antico di Trani e quello che da Maglie percorre l’area del bosco Belvedere, un’antica foresta di querce sostituita a fine ‘800 dalla coltura degli ulivi, osservando uno dei tanti inghiottitoi carsici presenti nella zona.

Al Centro
Interessanti itinerari organizzati anche nel Lazio. Un’opzione, adatta anche a famiglie con bambini, prevede l’arrivo a Tivoli – da Roma – in treno, salita a piedi al monte Catillo nell’omonima riserva naturale con panorama sull’Aniene e visita a Villa Gregoriana. La bici si inforca poi per percorrere la strada panoramica di Marcellina e i sentieri che s’intrecciano fino a valle per poi giungere a Guidonia. Un altro itinerario tocca invece alcuni dei luoghi più belli della Ciociaria, come Fumone, il Lago di Canterno, Fiuggi e Anagni, dove sarà possibile visitare il ciclo pittorico, recentemente restaurato, della Chiesa di San Pietro in vineis.

Al Nord
Spostandosi al Nord, tante le iniziative in Lombardia, non solo a Milano. Prevista la visita a Villa Sommi Picenardi a Olgiate Molgora con percorso in treno da Arcore ad Olgiate con bici al seguito e rientro su due ruote attraversando il parco del Curone. Da Bergamo si partirà invece all’esplorazione dei sotterranei di Villa Castelbarco, mentre a Brescia il percorso è tutto in città, con visita al castello. Da Cremona si pedala fino al borgo seicentesco di Monticelli d’Oglio con passeggiata in piazza, al castello e nel parco-giardino sul fiume.

Gli itinerari e i programmi
Fra le altre regioni coinvolte ci sono Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Piemonte, Marche, Trentino Alto Adige e Veneto. Tutti gli itinerari (con programmi e recapiti per informazioni) sono sul sito della Fiab (www.fiab-onlus.it/fai/index.htm) e su quello del Fai (www.giornatafai.it/Biciclettate-con-la-FIAB.htm).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>