Maratona musicale per il Giappone: l’11 giugno a Rovereto l’esibizione di cinque pianisti giapponesi

di Blogger Commenta


Sabato 11 giugno 2011 ore 18.00 a Rovereto nella Sala Filarmonica dell’Associazione Mozart Italia si terrà una grande Maratona musicale per raccogliere fondi per il Giappone. Cinque pianisti giapponesi – Yumi Sato, Haruka Kuroiwa, Misa Miyamoto, Katsura Irie, Yuko Ueno – si esibiranno la soprano Margriet Buchberger e i Cameristi di Rovereto, diretti da Maurizio Colasanti. L’evento ha il patrocinio della Fondazione Italia Giappone. I fondi raccolti saranno devoluti alla Croce Rossa Giapponese.

Un aiuto per il Giappone
L’enorme tragedia, recentemente abbattutasi sul Giappone, ha ferito anche il cuore dell’Associazione Mozart Italia, che in venti anni di attività ha in- trecciato una solida rete di amicizia e di collaborazione artistica con il grande Paese asiatico. Una sede AMI è attiva a Tokio da anni, e moltissimi giovani pianisti giapponesi hanno trovato nell’associazione roveretana un sostegno qualificante e un trampolino di lancio per iniziare una carriera concertistica internazionale. Molti di loro oggi sono concertisti affermati e sono regolarmente ospiti degli auditori più prestigiosi del mondo. Eppure ogni tanto hanno piacere di tornare a suonare a Rovereto, in Casa Mozart, che nel tempo hanno imparato ad amare e a sentire un po’ anche come la “loro” casa. Per questo affetto che li lega all’Associazione Mozart Italia, cinque di loro hanno accettato con entusiasmo la proposta del presidente AMI Arnaldo Volani, della prestigiosa Fondazione “Amadeus” e del M° Leonid Margarius, di partecipare ad una grande Maratona musicale per raccogliere fondi che aiutino il Giappone a riprendersi dall’enorme angosciante catastrofe che l’ha dilaniato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>