Isole Cayman: salute e condizioni sanitarie

di Francesca Spanò Commenta

I turisti che arrivano in un luogo quasi mitico come le isole Cayman, sanno già che vivranno dei giorni da favola circondati da meraviglie naturalistiche davvero superbe. Tuttavia, dopo aver acquistato un biglietto per tale unica partenza è d’obbligo chiedersi quali sono le condizioni sanitarie locali e se a livello di salute, in loco, si può stare tranquilli. Intanto, si può affermare con certezza che da queste parti si può arrivare senza necessità di vaccinarsi. Tuttavia, è sempre il caso di verificare se è ancora attiva la protezione contro il tetano, la difterite e la poliomelite. In più, ai turisti che adorano i frutti di mare è comunque consigliata la vaccinazione contro l’epatite A. Una dose singola del vaccino, infatti, garantisce la copertura per un anno e successivamente si può ripetere per ottenere una protezione maggiore che può giungere fino ai 25 anni.

Si tratta di una precauzione molto utile qualunque sia in effetti la vostra destinazione di viaggio, questo soprattutto perché i molluschi sono animali saprofagi, cioè capaci anche di cibarsi di escrementi. In Italia la vaccinazione viene eseguita nei Centri Vaccinali delle Asl o presso il medico di medicina generale.Per quanto riguarda, invece, la malaria non correrete il rischio di contrarla, anche se recentemente sono stati segnalati casi di febbre dengue. Si tratta comunque di una eventualità piuttosto remota.

 

Contro tale disturbo, che viene causato dal morso di zanzare diurne, non esiste attualmente una profilassi completamente sicura. Utilizzate però repellenti e abiti lunghi così come zanzariere che possano limitare il pericolo e renderlo quasi nullo. Le farmacie delle isole sono ben fornite, ma è sempre meglio portare  i medicinali necessari. In primo luogo quindi non scordate mai di mettere in valigia e di tenere a portata di mano dei repellenti per gli insetti, dei cerotti e delle bende. Questi poi diventano assolutamente indispensabili soprattutto se dovete effettuare delle escursioni nell’entroterra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>