Germania, visitando Lubecca

di Redazione Commenta

 

Siete in vacanza a Lubecca, in Germania e vi state chiedendo che cosa visitare in questo luogo non troppo turistico. Partiamo insieme per un viaggio virtuale che vi resterà nel cuore.L’autunno è un periodo perfetto perchè non fa ancora troppo freddo e passeggiare all’aria aperta sarà piacevole e non dovreste tremare se le temperature non cambiano da un momento all’altro. Ecco gli imperdibili in loco:

  • Buddenbrookhaus: la comprò nel 1941 il nonno di Thomas Mann ed infatti proprio qui vi ambientò il romanzo I Buddenbrook, che è il primo. Attualmente si può entrare soprattutto per vedere l’esposizione permanente dedicata a questo nucleo familiare, mentre un paio di stanze sono sistemate come viene riportato nel romanzo.
  • Il Salone del marzapane: si trova al secondo piano del Café Niederegger e qui viene raccontata per illustrazioni la storia dell’omonima fondazione e dell’invenzione della pasta di mandorle. Non mancano 12 figure di marzapane a grandezza naturale oltre a spiegazioni particolareggiate della sua produzione.
  • Il Duomo: è uno degli edifici più antichi di Lubecca e la realizzazione iniziò su decisione di Enrico il Leone nel 1173. E’ una basilica romanica a tre navate e poi arricchita con elementi gotici. Tra gli arredi non manca la croce trionfale alta 17 metri.
  • Le Fondazioni: le opere pie che si realizzavano già dal Medioevo, in effetti, sono tantissime. Ci pensavano i mercanti della zona e ospitavano le vedove, gli anziani e gli indigenti. Sono delle piccole abitazioni tutte vicine nel centro storico e oggi restaurate. Il loro splendore adesso si nota tutto grazie ai progetti di recupero.
Il clima da queste parti come in tutta la Germania del Nord e vicino al Mar Baltico è di tipo atlantico con inverni freddi e estati tiepide. Le piogge però non mancano mai. In inverno si supera di poco lo zero e in estate si va tra i 16 e i 17 gradi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>