Disneyland Paris 2011: oltre alle fiabe anche il tributo a Jimi Hendrix

di Redazione Commenta

Spread the love

 

Disneyland Paris è il mondo dei bambini e della loro famiglia, delle fiabe e dei sogni inespressi, ma anche dei ricordi e delle celebrazioni. Non tutte le nuove generazioni ne hanno sentito parlare, ma è comunque un mostro sacro della musica e vale sempre la pena di ricordarlo. Ecco che il 25 novembre, protagonista dei suoi spazi diventa per qualche ora addirittura Jimi Hendrix e nel parco dei divertimenti verrà messa a disposizione una scenografia strana. Simile ad un saloon texano il tributo all’artista è legato a quello che sarebbe stato il suo sessantanovesimo compleanno. Nel parco disneyano, per l’occasione, arriverà il polistrumentista e compositore brasiliano Marcelo Paganini per un concerto gratuito che ne ricordi il profondo talento musicale.

Se volete ascoltare le note di una vera Fender Stratocaster bianca per mancini, simbolo di Hendrix e nel frattempo volete portare i vostri figli a Disneyland, non perdete altro tempo e prenotate un volo e un albergo prima che i prezzi comincino a salire. Del resto manca pochissimo e l’appuntamento è appunto al  Billy Bob’s, un bar su tre piani rivolti verso il palco centrale che ricorda i saloon della texana Austin.

 

Troverete alla chitarra lo stesso Paganini e anche i francesi Marc Madoré al basso e Christophe Bras alla batteria. Verrà suonata, ovviamente, la musica di questa indimenticata icona del rock. La band promette di far sognare, insomma, riproponendo i grandi capolavori di Hendrix da Little wing a Purple haze, da Voodoo child a Foxy lady, fino ad All along the watchtower, brano di Bob Dylan ma strettamente legato a lui. Le altre attrazioni di uno dei luoghi più divertenti al mondo restano a portata di piccoli ed, inoltre, l’alternativa è perfetta per rimanere per qualche giorno in più e visitare Parigi prima del Natale 2011. Le vetrine sono già cariche di addobbi a tema e magari potete scegliere il vostro luccicante vestito per il Capodanno 2012 proprio a Paris, per essere speciale anche all’inizio del nuovo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>