Nuova Zelanda: il cargo spezzato, il disastro ambientale e la morte della barriera corallina

di Francesca Spanò Commenta

E’ sempre con molto dolore che si apprendono certe notizie, perchè se anche riguardano aree relativamente lontane da noi, interessano quel Pianeta che, volenti o nolenti, dividiamo e appartiene a tutti. Le conseguenze dei disastri ambientali a breve e a lungo termine, poi possono comprendere il mondo intero. In queste ore, è la Nuova Zelanda a vivere uno i momenti più tragici della sua storia e sicuramente negli scorsi decenni mai era stato riversato nel suo mare tanto carburante e pezzi di quella nave, il Cargo Rena, che si è spezzato a causa delle forti mareggiate.

 

Il cargo Rena da 47.230 tonnellate di matrice liberiana, fermo da tre mesi sull’Astrolabe Reef, si è aperto in due a circa 22 chilometri al largo di Tauranga, nella costa orientale della Nuova Zelanda causando la morte di moltissima fauna marina. In più i detriti, davvero milioni, hanno cominciato il loro incessante cammino e in parte sono arrivati nelle spiagge neozelandesi. La polizia ha bloccato qualche accesso ai bagnanti, in particolare, quello di Waihi Beach. Il rischio di infettarsi è concreto, anche solo tentando di prendere uno degli oggetti giunti sulla costa. All’interno della nave, dalla quale si cerca inutilmente di fermare la fuoriuscita di container e carburante, si trovava pure la  criolite, una sostanza molto nociva per gli esseri viventi.

Una enorme porzione di barriera corallina, delicatissimo essere vivente come ben si sa, è morta per sempre e la tragedia è destinata a non interessare solo la Nuova Zelanda. La nave si è spezzata anche a causa del cattivo tempo, visto che in questi giorni si sono registrate onde alte fino a sei metri. Intanto, mentre si cercano i reali responsabili di questa tragedia, il petrolio continua a perdersi, pure se nei giorni scorsi una buona parte dei container era stato portato via per fortuna.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>