Milano, ATM regala l’abbonamento ai meno abbienti

di Giulia T Commenta

abbonamento gratuito milano

Per fronteggiare la crisi economica e venire incontro ai cittadini delle fasce più deboli, l’ATM (azienda trasporti milanese) ha deciso di emettere abbonamenti gratuiti oltre a modificare la normativia in materia di trasporti. Dato che dal primo febbraio entrerà in vigore un pedaggio a pagamento per accedere all’area Bastioni Milenesi (la così detta Area C), l’ATM ha deciso di aiutare una fascia di popolazione offrendo per l’appunto un abbonamento gratuito.

Potranno godere del regalo, inaspettato, disoccupati, cassintegrati e giovani precari: la società di trasporti ha stanziato circa 500mila euro per finanziare questo progetto e permettere a buona parte della popolazione di potersi muovere liberamente con i mezzi di trasporto locale. Come fare per ottenere l’agevolazione? Basterà recarsi presso le biglietterie ATM oppure collegarsi al sito web del Comune di Milano, scaricando un modulo apposito. Unica avvertenza: gli abbonamenti non sono illimitati ma si esaururanno e verranno concessi in ordine di arrivo delle domande sul sito del Comune. Se la richiesta sarà regolare, riceverete una conferma via e-mail da presentare agli Atm Point Duomo ritirando così il vostro abbonamento gratuito.

Ricordiamo che sempre a Milano dal mese di dicembre 2011 tutti coloro che sono cittadini, hanno più di 65 anni di età e un Isee inferiore a sedici mila euro, posso richiedere l’abbonamento gratuito, con validità quattro anni, valido su tutta la rete cittadina, ad esclusione delle linee di Trenord e del Passante Ferroviario.

Nella città di Roma invece inversione di rotta: laddove Milano regala, la capitale aumenta. E’ stata infatti approvata in giunta la delibera sugli aumenti del trasporto pubblico, dunque di metropolitana, autobus, treni regionali e linee extraurbane: il biglietto passerà da 1 Euro ad 1,50, il giornaliero salirà da 4 a 6 Euro, il turistico- valido epr tre giorni passerà invece da 11 a 16,50 e la carta settimanale da 16 a 24. Lo stesso dicasi anche per abbonamenti mensili ed annuali.

Foto credit: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>