Messico: un terremoto colpisce Acapulco

di Francesca Spanò Commenta

 

Una meta dove i vip vengono da tempo Acapulco, ma quando una calamità naturale deve colpire non importa quante ville lussuose sono presenti o se la zona ha un’alta concentrazione turistica. Di fronte a certi fenomeni siamo tutti uguali e indifesi e così ieri sera un terremoto di magnitudo 7.4 ha interessato la zona. Per fortuna ci sono solo 11 feriti e pochi danni seri, ma la paura certo quella non è mancata. In più proprio il Messico quest’anno è particolarmente al centro dell’attenzione  perché una moderna interpretazione del calendario Maya parla di una imminente fine del mondo, prevista per il 21 dicembre del 2012.

In quell’area si trovava tra l’altro la figlia di Obama, Malia, in gita scolastica. Dopo una prima preoccupazione, adesso arrivano notizie confortanti: anche lei come tutti gli altri sta bene e non ci sono stati problemi di nessun genere, se non un poco di spavento. La ragazza che ha 13 anni, si trova a circa 100 chilometri dall’epicentro ma è in ottime condizioni di salute come ha fatto sapere la portavoce della First Lady, Kristina Schake. Il suo soggiorno riguarda in particolare l’area di Oaxaca ed è in compagnia di 12 compagni di classe ed è protetta da 25 agenti del Secret Service, l’unità che si occupa della sicurezza del presidente e dei membri della sua famiglia. Oaxaca è proprio nell’area interessata dal sisma e si spera non ci siano pesanti scosse di assestamento, visto che comunque il terremoto è stato forte.

Interessata dall’evento come dicevamo pure Acapulco, a 25 km dalla citta’ di Ometepec, nel sud del Paese, mentre le case hanno cominciato a tremare pure a Città del Messico. Una serie di abitazioni non sono agibili, ma secondo quanto hanno riferito le autorità locali, sono riusciti tutti a mettersi in salvo in tempo e a rendere la scossa solo un ricordo e non una tragedia.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>