Malesia, informazioni di viaggio

di Giulia T 1

Se state pensando alle prossime vacanze, la Malesia potrebbe rivelarsi un’ottima soluzione. Si tratta di un paese colorate, dalle solide tradizioni e pieno di meraviglie naturali tutte da scorpire,: prima di partire però ecco qualche informazione di viaggio. Per prima cosa occupiamoci dei documenti: per la Malesia serve il passaporto, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’uscita dal paese. Il visto per turismo non serve per soggiorni non superiori ai tre mesi. La moneta utilizzata è il Ringgit, ed un euro vale circa quattro Ringgit: le carte di credito più comuni sono prese solo nelle grandi città mentre nei villaggi e sulle isole munitevi di moneta locale per evitare spiacevoli disguidi.

Per i viaggi interni potrete utilizzare il treno o l’autobus, mentre per le isole meglio affidarsi alle compagnie aeree o i traghetti, ma solo se si tratta di tratte brevi. Il fuso orario è da calcolarsi con sei ore in avanti rispetto all’Italia: la lingua prevalentemente parlata è il Tamil, ma con una buona conoscenza dell’inglese potrete cavarvela senza difficoltà soprattutto nelle grandi città, avrete forse più difficoltà nei piccoli villaggi dove l’inglese è meno diffuso.

Il periodo migliore per andare in Malesia è tutto l’anno: vi  sempre il sole, con un clima caldo ed umido con temperature che oscillano mediamente dsui 20 e 30 gradi. L’umidità è molto alta, sfiora quasi il 90%, quindi ricordatevi di munirvi di acqua per quando farete delle escursiosi, per evitare cali di pressione. Vediamo ora cosa mangiare: le bancarelle con cibo di strada sono un pò ovunque, anche se volete mangiare carne o pesce controllate che siano cotte per bene. Per l’acqua scegliete solo quella in bottiglia. Quando vi trovate nelle grandi città, soprattutto in orario notturno, evitate di passeggiare con oggetti di valore bene in vista: tra le zone più pericolose si segnalano il Sabah orientale e il confine la vicina Thailandia.

Foto credits: framor.info

Commenti (1)

  1. Prevenire è meglio che curare 🙂 grazie per le dritte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>