Viaggi: la moda del car sharing

di Francesca Spanò Commenta

Non rinunciare a partire ma risparmiare: è il must di questi anni, una tendenza che, probabilmente, ormai ha preso piede e non cambierà neanche quando la recessione sarà un ricordo lontano. Ecco, quindi, che è un vero e proprio boom di viaggi tra sconosciuti. Gli annunci si leggono soprattutto su internet e ci si aggrega ad un gruppo o ad una sola persona, per raggiungere insieme la meta e risparmiare sulla benzina. Si condivide soprattutto il passaggio in auto e si postano orario della partenza, luogo, spese per il carburante e condizioni, in modo che chi risponde ha già tutte le informazioni del caso.

Le tratte in questione sono medie o lunghe e vengono messi a disposizione dell’aspirante viaggiatore i posti liberi in auto. Basta autostop ormai del tutto fuori moda, oggi il passaggio si chiede e si ottiene in questo modo. Una buona idea anche per limitare il traffico, anche se la pratica non è ancora così tanto utilizzata. A guidare la nuova tendenza soprattutto Bologna e nel tempo sono sorti dei portali a tema, destinati a quanto pare a fare sempre più affari. In verità, la città non è proprio al primo posto, battuta da Milano, Roma e Verona.

Per quanto riguarda Bologna, l’appuntamento di solito è alla stazione centrale e le tratte principali percorse sono: Bologna-Firenze, Milano-Bologna, Bologna-Roma e Bologna-Ancona. Si risparmia tanto e quindi sono sempre di più coloro che optano per tale alternativa. In linea di massima, per un viaggio a Milano si spendono circa 13 euro, per Roma 18 e per Firenze circa 6. E’ una possibilità che gradiscono molto i pendolari che, in questo modo, evitano anche lunghe attese e mezzi strapieni. In un anno, con una certa periodicità con il car sharing si arrivano a risparmiare fino a 2mila euro. Nel periodo delle ferie, poi, c’è anche qualcuno che sceglie tale alternativa per l’estero: un compagno di viaggio per  divertirsi anche fuori dai confini nazionali, con un occhio al portafoglio. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>