Tour mare e monti dalla spiaggia di Chia al teatro di Cagliari

di Marco Valeri Commenta

Chia è una delle spiagge più affascinanti e spettacolari d’Italia. Si trova sulla costa meridionale sarda ed è una frazione del comune di Domus de Maria. E’ la meta ideale di autoctoni e turisti, a due passi da Sulcis e da Cagliari dove il Teatro Lirico ha programmato una stagione estiva impareggiabile con la versione originale incompiuta della Turandot di Puccini.

La costa di Chia è formata da spiagge differenti, ci sono quelle con la famosa sabbia chiara e molto sottile, e quelle con la sabbia più grossolana. Le spiagge si alternano a dei piccoli promontori rocciosi. Il territorio è arricchito inoltre dalla presenza di due stagni costieri.

spiaggiaturandot1

Tra spiagge e promontori, il territorio di Chia, comprende: la Cala de sa musica, raggiungibile solo dal mare e circondata da pareti rocciose; l’isolotto Su Cardulinu, una piccola penisola sabbiosa e tranquilla; il Porticciolo, che è la località più rappresentativa ed estesa della zona, una spiaggia di sabbia bianca molto suggestiva; il promontorio di Chia che domina la baia del Porticciolo, è soprattutto sabbiosa e al suo interno comprende la Torre di Chia; Sa Colonia, un chilometro di sabba bianca racchiusa da due promontori; Monte Cogoni, un promontorio che degrada su due scogliere con una piccolissima spiaggia sabbiosa; Cala del Morto, una rada sabbiosa chiusa tra due scogliere; Porto Campana con le sue dune sabbiose dorate e la vegetazione retrostante; Su Giudeo, una distesa sabbiosa molto estesa dove al centro, nella parte retrostante, è possibile ammirare lo stagno di Spartivento; e Cala Cipolla, una spiaggia molto affollata benché raggiungibile soltanto a piedi.

Esplorare il territorio di Chia è avvincente, scegliere ogni giorno una spiaggia diversa, è la prassi. La sera però, si sente l’esigenza di assaporare la movida sarda e la meta obbligata è Cagliari. Il Teatro Lirico della città offre un calendario eccellente per chi sosta in zona fino al 16 agosto. Ogni mercoledì e ogni sabato, infatti, si può assistere alla rappresentazione della versione originale incompiuta di Turandot di Puccini.

scenografiaturandot3

L’opera è diretta da Pier Francesco Maestrini che si avvale della collaborazione dello scultore locale Pinuccio Sciola per l’allestimento scenografico. Ne viene fuori un’atmosfera suggestiva che trasporta lo spettatore dalle placide e rilassanti spiagge caraibiche di Chia, fino nei meandri di una Pechino avveniristica.

Per prenotare un posto o acquistare il biglietto si può far riferimento al sito internet del Teatro Lirico di Cagliari. Su Facebook, Twitter, GooglePlus e Instagram, invece, potete immergervi nell’atmosfera di capolavoro incompiuto del teatro musicale novecentesco, attraverso foto, video e aggiornamenti live sugli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>