Bonus Vacanze 2010, qualche notizia in più; Cosa sono, come sono e quando scadono, a chi spettano:

di Blogger Commenta


Cosa sono i Buoni Vacanze Assistiti?

I “buoni vacanze” sono emessi dalla Associazione “Buoni Vacanze Italia” a fronte del contributo statale ai sensi dell’art. 10 della legge 29 marzo 2001 n. 135, dell’art. 2 comma 193, lettera b) della legge 24 dicembre 2007 n. 244 ed infine del DPCM 21 ottobre 2008.

L’agevolazione statale, regolata da una tabella che indica “a chi spettano i buoni vacanze”, avviene attraverso l’applicazione di uno contributo percentuale (dal 20 al 45%, secondo le fasce di reddito) sull’importo dei buoni richiesti fino ad un massimo legato al numero dei componenti la famiglia.

Ad esempio:
una famiglia di 4 persone con reddito inferiore ai 25.000 euro, può richiedere un libretto di buoni (del valore singolo di 20 o 5 euro) per un valore totale fino a 1230 euro, pagandoli solo 676,50 (55%), cisì che li può spendere singolarmente anche in diversi periodi presso le diverse strutture convenzionate che a loro volta applicano un ulteriore sconto su prezzi normalmente praticati nel periodo.

Come sono fatti i Buoni Vacanze e quando scadono?

I Buoni Vacanze sono stampati su carta antifalsificazione (filigrana visibile in controluce; microlinee di sicurezza; stampa fluorescente sul retro) e il fondino è omologato BVI con logo della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Sono in tagli da € 20,00 (venti euro) e € 5,00 (cinque euro), pertanto gli importi richiedibili devono essere divisibili per cinque euro.

La data di scadenza dell’utilizzo è indicata sul Buono stesso ed è fissata al 30 giugno 2010.

A chi spettano i Buoni vacanza agevolati

Acquisiscono diritto ad ottenere il contributo statale:
. i cittadini italiani maggiorenni
. regolarmente residenti in Italia
. nucleo familiare composto da una o più persone

L’agevolazione viene applicata in percentuale sul valore dei Buoni Vacanze richiedibili fino all’importo massimo per fascia di reddito.

. E’ possibile richiedere importi superiori a quello massimo, ma il contributo rimane fissato nell’importo indicato in colonna 5 della tabella “a chi spettano i buoni vacanze” inserito ad inizio articolo.

. E’ possibile anche richiedere importi inferiori a quelli massimi, ma verrà naturalmente ricalcolato il contributo/sconto secondo la percentuale in colonna 4 della tabella “a chi spettano i buoni vacanze” inserito ad inizio articolo.

Comunque il modulo di prenotazione sul sito www.buonivacanze.it permette l’esatto calcolo degli importi, evitando errori.

Il contributo verrà erogato sola 1 volta per nucleo familiare per l’anno 2010.
Si rende noto che ad oggi non può essere effettuata più di una richiesta a nucleo familiare anche se la prima richiesta non ha esaurito il plafond di cui alla colonna 3 della tabella “a chi spettano i buoni vacanze” inserito ad inizio articolo.

Il “reddito lordo del nucleo familiare” va inteso come la somma dei redditi complessivi lordi IRPEF dichiarati per l’anno 2008 da tutti i componenti familiari (ad es. quelli indicati alla riga RN1 Del modello UNICO 2009), o dei redditi risultanti dai CUD in caso di mancata dichiarazione IRPEF.
Si sottolinea che il reddito da considerare è quello del 2008, dichiarato nel 2009.

Per “nucleo familiare” si intendono i soggetti componenti la famiglia anagrafica in base stato di famiglia, alla data dell’ultima dichiarazione dei redditi, salvo quanto stabilito dall’art.1 del DPCM 4 aprile 2001, n.242.

I Buoni vengono assegnati fino ad esaurimento dei fondi disponibili, sulla base del criterio di priorità cronologica di inoltro della richiesta stessa, contestuale al versamento dell’importo residuo a carico del richiedente, presso la Banca.

Nel sito www.buonivacanze.it troverete tante risposte alle vostre domande e andando sulla parte “RISPOSTE AI QUESITI PIU’ FREQUENTI” troverete alcune risposte, per argomento, fatte da cittadini come tutti noi…un pò confusi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>