Viaggio in Marocco? Ecco una mostra che può aiutare a capirlo meglio! Stefano Torrione. JEMAA EL FNA L’INTANGIBLE. fotografia, video, la storia: “Gli ultimi 7 cantastorie di Marrakech”. Inaugurazione Sabato 06 Marzo 2010 ore 19,00 a Brescia.

di Redazione Commenta


Sabato 06 Marzo 2010 wavephotogallery inaugura alle ore 19,00 presso la sua sede di via Trieste 32/a
la mostra di Stefano Torrione “JEMAA EL FNA L’INTANGIBLE”. Fotografia e Video
Stefano Torrione racconta l’incredibile vicenda della piazza Jemaa el Fna di Marrakech attraverso cinquanta immagini a colori, un video e una storia costruita da interviste reali che narra “Gli ultimi 7 cantastorie di Marrakech”: misterioso teatro vivente per cantastorie, acrobati, incantatori di serpenti, attori, musicisti, erboristi e uomini di medicina, profeti e astronomi.

Stefano Torrione arriva a Marrakech per la prima volta nel 2002. Da allora tanti altri passaggi. L’idea è quella di fotografare l’intangibile, lavorare cioè ad un progetto fotografico sulla piazza Jemaa el Fna, piazza proclamata nel 2001 Patrimonio Immateriale dell’Umanità dall’Unesco. Un laboratorio umano in continua evoluzione e movimento, una zona franca di incontro di lingue, dialetti, culture e musiche, un palcoscenico dove è possibile vedere rappresentati contemporaneamente diversi secoli del Marocco.
Così Torrione ci racconta: “Ho conosciuto molto del mondo «immateriale» di Jemaa el Fna, ho seguito gli ultimi 7 cantastorie, gli artisti e gli acrobati durante i loro spettacoli fino alle loro case nella Medina, registrando voci suoni e rumori. Ho esplorato la Place cercando il più possibile di viverla dall’interno per cercare di «meritarla», come mi aveva insegnato un vecchio amico della piazza il farmacista di Marrakech: «La place il faut se la mériter» “.

Stefano Torrione. Fotogiornalista, nato ad Aosta nel 1962, oggi vive e lavora tra Milano e Saint Pierre.
Professionista dal 1992, nel 1994 ad Arles (Francia) ha ottenuto il Premio Kodak Europeo Panorama per il reportage I Ciresarii sui bambini di strada di Bucarest nel dopo Ceacescu. Da anni si è specializzato nel reportage geografico ed etnografico viaggiando in molti paesi del mondo e pubblicando servizi su riviste come Geo e National Geographic Italia, oltre che su varie testate giornalistiche italiane e straniere.
Alla natìa Valle d’Aosta ha dedicato uno sguardo particolare e realizzato i volumi:
No-S Atre Le radici dell’anima (Musumeci, 1997),Feira (2000), Le maschere di Napoleone (Arsenale Editore, 2002), Infabbrica (Musumeci, 2003), Combat Final (Catalogo Mondadori, 2007).
Tra le esposizioni, nel 2000/2002 in collaborazione con il Comitato Italiano 2002 Anno Internazionale delle Montagne, ha esposto in varie città italiane la mostra fotografica Tien Shan 1900-2000 viaggio in Asia Centrale, un progetto che ripercorre a cento anni di distanza le orme della spedizione del principe Scipione Borghese in Asia centrale nel 1900. Ritratti Kirghisi è invece il titolo della mostra esposta nel 2002 al Museo Archeologico di Napoli mentre, nel 2005, a Viterbo partecipa a Obiettivo Uomo Ambiente prima biennale internazionale di fotografia, con un reportage sui Gnaoua del Marocco.

press contact – Ilenia Zane
WAVEPHOTOGALLERY
Via Trieste 32,a 25121 Brescia
mart-sab. 11-13 e 15-19,30
Tel. +39 030 2943711
Mobile. 328 7335689
[email protected]
www.wavephotogallery.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>