Viaggio a SANTORINI – alla scoperta della leggendaria ATLANTIDE

di David Commenta

Cosa fare a Santorini! – Spiagge incantevoli dove i colori dominanti sono il rosso e il nero, villaggi con i colori del cielo bianchi e blu situati su scogliere con panorami mozzafiato, asini volenterosi come mezzi di trasporto locali e segni evidenti della civiltà minoica sono alcuni degli aspetti più salienti di quest’isola.

Santorini, isola vulcanica situata nella parte meridionale dell’arcipelago delle Cicladi nacque in origine a forma rotonda, ma deve la sua forma attuale a falce di luna ad un fenomeno sismico che creò un ampio cratere facendo affondare il centro dell’isola il quale venne poi invaso dal Mare Egeo.
Origini & Legende:

Teatro di numerosi fenomeni sismici per via dei vulcani sottomarini,il più importante dei quali fu l’eruzione che distrusse quasi totalmente Thera ,cancellando quasi totalmente la civiltà minoica;per questo motivo l’isola diede ispirazione a numerose leggende; la principale ispirò Platone a credere che Santorini fosse in realtà Atlantide, la leggendaria isola scomparsa.
L’isola subì numerose dominazioni a partire dagli antichi Fenici, persino da pirati,ma fu dopo la distruzione da parte dei Veneziani e poi dei Turchi che Santorini decise di unire le forse anche grazie ai rivoluzionari greci e conquisto finalmente la libertà.

La vera derivazione del nome è da attribuire comunque al nome della santa protettrice dell’isola “Ag Irini” (St Irene) che i navigatori stranieri pronunciavano St Irini, da qui Santorini.

Il capoluogo dell’isola è Thira, che coincide anche con la capitale delle Cicladi ,un’antica cittadina costituita da edifici in calce bianca ubicati su un promontorio di 200 metri che affaccia su una spiaggia di lava nera, in contrasto con il blu del mare.

Per gli amanti della storia Thira è perfetta anche perché ospita un museo archeologico nato grazie ai resti di civiltà antiche diverse come quella greca , romana e bizantina.

Scavi archeologici sono presenti anche a Akrotiri,città distrutta in passato per via di un’eruzione e miracolosamente salvata sotto strati di lava.
Ma l’isola greca non si distingue soltanto per le origini e la storia, un altro aspetto importante che ha portato Santorini a differenziarsi anche dalle altre isole greche è la stravaganza e spettacolarità delle spiagge. Tra le più belle menzioniamo Kamari, Perissa, Perivolos e la già accennata Akrotiri.Per i più romantici Imerovigli & Oia sono le città per eccellenza dove godersi uno dei tramonti più belli in assoluto, grazie anche ai colori che dominano l’isola, il rosso il nero naturale con il bianco e blu dei villaggi.
Santorini ha conquistato grazie alla sua unicità anche un notevole sviluppo turistico;negozi ristoranti, bar, discoteche, concentrati principalmente nelle città di Kamari, Perissa e Thira.

Facile è trovare yatch di lusso che approdano su queste spiagge, in un numero che sta diventando sproporzionato rispetto allo spazio dell’isola, molti sono gli artisti che hanno preso casa e residenza qui, ma niente paura il turismo che ha sviluppato l’isola comprende tutte le tipologie di turisti, tante sono le alternative e tanti gli svaghi.
Santorini è una fonte unica di sorprese e da lasciar senza fiato,ma la vera meraviglia è che l’isola con i suoi paesaggi e colori supera qualsiasi aspettativa della più perfetta cartolina mai vista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>