Halloween a Copenhagen: è divertimento horror per tutta la famiglia

di Blogger Commenta

 Balle di fieno, ragni, spaventapasseri, streghe e migliaia di zucche: tutto quello che serve per creare l’atmosfera di Halloween è già a Copenaghen, nei Giardini di Tivoli, lo storico parco di divertimenti che fino al 24 ottobre ha celebrato la festa più lugubre dell’anno. Inaugurati nel ferragosto del 1843, i Giardini di Tivoli sono il secondo più antico parco giochi del mondo arrivato intatto fino a oggi, dopo il Dyrehavsbakken nella vicina Klampenborg. Qui Halloween si festeggia in anticipo dal 2006, con dieci giorni dedicati al divertimento horror che l’anno scorso hanno intrattenuto oltre 250 mila persone.

Halloween per tutta la famiglia
Il programma di Halloween è pensato per intrattenere tutta la famiglia. Accanto alle giostre tradizionali si rincorrono infatti una serie di spettacoli e giochi per grandi e piccini. Ogni giorno Arlecchino, Pierrot e Colombina si danno appuntamento con le streghe nel palco a cielo aperto accanto al vecchio mulino, e da qui marciano verso i Giardini al ritmo della Pumpkin Band per dare inizio alla festa.

La leggenda di Jack-o’-lantern
All’interno dei Giardini le zucche sono protagoniste e rendono omaggio alla leggenda di Jack-o’-lantern, Jack il lanternino, che vede l’anima del malvagio fattore Jack, allontanato dall’inferno e dal paradiso, aggirarsi di notte per le strade alla luce di una lanterna ricavata da una zucca. Per l’occasione al parco giochi arrivano più di 15 mila zucche, che i visitatori possono anche intagliare per creare una propria lanterna.
Aggirandosi nei sentieri dei Tivoli Gardens, un’oasi verde nel cuore di Copenaghen con vasti boschi e animali selvatici, ci si può imbattere in Pierrot e Colombina che danno la caccia alle streghe, cosi’ come in un Arlecchino vampirizzato che balla la break dance, e poi coreografie, canti e acrobazie circensi, menestrelli e sfilate a cavallo. La sera, infine, il lago del parco risplende di giochi di luce, acqua e fuoco per creare la scenografia dell’ultimo e stravagante spettacolo giornaliero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>