Giro Cercasfizio per la Sicilia

di David Commenta

(Immagine di Allie_Caulfield)

La Sicilia, protagonista di mirabili romanzi, dal Gattopardo alle avventura di Salvo Montalbano ai Vicerè, è uno di quei luoghi dove è difficile non lasciare un pezzo del proprio cuore.

Mare, montagna, vulcani, spiagge a perdita d’occhio, templi greci, tesori barocchi, pesce pregiato, latte di mandorla, cannoli, granite: la Sicilia offre qualcosa a tutti i tipi di turisti.

Palermo, Erice, Sciacca, Agrigento, Ragusa, Modica, Noto, Siracusa, Catania, l’Etna: luoghi da favola, scorci di paesaggi unici, capaci di trasportarci dall’Antica Grecia al ‘600 in un solo colpo, semplicemente girando l’angolo.

Con quella sua aria sempre un po’ decadente, l’isola sembra quasi fermare il tempo. Quando ci si mette piede, più che in altri luoghi, si riesce subito a prenderne il ritmo: tranquillo, fatto di pause, di caffè presi seduti davanti al mare o di granite gustate con calma guardando la gente che passa dal tavolino di un bar. Anche una semplice grigliata di pesce in Sicilia assume aromi diversi: il pesce freschissimo, la semplicità della preparazione e del servizio fanno solo venir voglia di continuare a mangiarne all’infinito. Così come qui non si può passare giorno senza un cannolo, a colazione o a merenda. Mai uguale, mai con lo stesso sapore o consistenza, i cannoli siciliani sono delle opere d’arte inestimabili.

La Sicilia è una regione tutta da scoprire: dimenticate GPS, cartine, bussola. Lasciatevi guidare dalle sue palme, dal suo mare, dalla sua gente. Vi proponiamo tre itinerari che vi possono servire come appunti di viaggio per iniziare a scoprire gli angoli più sfiziosi della Sicilia. Sono firmati da Isabella, una degli invitali speciali, i Cercasfizio, de La Bottega di Olivia&Marino.



1) La Sicilia orientale e il Val di Noto: un tuffo nei suoi paesaggi iblei, nei centri storici circondati da opere d’arte indimenticabili. Modica con le sue chiese barocche, i 254 scalini della chiesa di San Giorgio e Corso Umberto I, il salotto dei modicani. Scicli con i suoi edifici tardo barocchi e gli scorci che fanno da sfondo alla serie televisiva dedicata alle avventure del Commissario Montalbano. E infine Ragusa, elegante e moderna, con l’annessa Ragusa Ibla, distrutta da un tremendo terremoto nella seconda metà del ‘600, con le sue vie anguste e tortuose, ferma nel tempo a 4 secoli fa.

2) Il mare del sud della Sicilia, tra Marina di Ragusa e Pozzallo, è una delle coste più incontaminate della Sicilia. La Riserva Naturale del Fiume Irminio, nota anche nella mitologia greca per essere stata abitata da Mercurio, è un lato di costa incantevole, ricco di specie protette. Il mare limpido e la spiaggia bianca ne fanno un paradiso fuori dal mondo.

3) Se volete fare un giro tra mito e storia, infine, Siracusa è la città che fa per voi. Dal teatro greco fino alla barocca Ortigia, Siracusa è una città dalle mille sfaccettature. E anche la costa a sud di Siracusa, con la Riserva Naturale di Vendicari, la sua macchia mediterranea e Marzamemi, un borgo di pescatori sviluppatosi attorno alla sua tonnara, non finirà di stupirvi.

Pronti a perdervi nello sfizio siciliano?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>