Guida di viaggio a Salonicco:la seconda capitale greca

di Redazione Commenta

Salonicco, secondo porto della Grecia, è un importante centro commerciale, sede di una prestigiosa università e di noti reperti e resti dell’antica Tessalonica.
Salonicco è chiamata dai greci la seconda capitale, poiché non solo è la città più estesa della Grecia dopo Atene, ma anche la capitale della Macedonia del Nord. È piacevolmente situata sul mare e ci sono molti posti interessanti che potete visitare sia nella città che nei dintorni. Salonicco è la città di provenienza di alcune tra le squadre di calcio greche più famose, come Paok, Aris e Heracles.

L’università di Salonicco è la seconda per estensione dopo Atene, quindi ospita molti studenti che vengono qui a studiare da tutta la Grecia. Ogni anno durante l’Expo di Salonicco si tengono il festival di musica greca ed il festival del cinema di Salonicco. La città ha molte industrie, la maggior parte situate nella zona di Sindos. Salonicco è un ottimo luogo dove passare un po’ di tempo durante tutto l’anno, e, anche se è una città grande, non è inquinata come Atene. C’è quasi sempre una fresca brezza che soffia dal mare. Facendo una passeggiata nel porto vedrete un bel panorama della città e del mare.

Punti d’ interesse da visitare
Platia Aristotelous: è il cuore della città di Salonicco, dove si trovano numerosi bar e caffè, luoghi di ritrovo della popolazione. Da qui, si raggiunge l’area pedonale odos Gounari che fu la strada trionfale della città, in quanto collegava il palazzo dell’imperatore al suo mausoleo.

Platia Dikastirion: è una vasta piazza a giardino, dove è situato il Bey Hamam, il bagno turco, rimasto in uso fino alla seconda metà del XX secolo, e ancora la Panagia Halkeon, è la chiesa, costruita in stile bizantino, che era chiamata Nostra signora dei fabbri, perché sorge nell’area dove una volta abitavano dei fabbri e dei ramai.

Agios Dimitrios: la moschea dei Turchi, che inizialmente fu eretta in onore di S. Demetrio, patrono della città. Di elevata importanza per il suo interno, di enormi proporzioni, ornato con numerosi e preziosissimi affreschi e mosaici.

Altre destinazioni a Salonicco: numerosi sono gli altri monumenti, edifici da visitare; impossibile non citare: la Dodeka Apostoli, è l’antica piccola chiesa dedicata ai Ss. Apostoli, che è situata nei pressi delle antiche mura; l’Ano Poli, il famoso quartiere della città, che dopo l’incendio scoppiato durante la prima guerra mondiale, riporta ancora oggi costruzioni originarie del tempo, ovviamente in stile turco; le Mura, sono le mura difensive che furono costruite già nel periodo ellenistico, che furono rimaneggiate dai turchi, che racchiudono l’Acropoli.

Che cosa vedere La fortezza medioevale in cima alla città è da visitare, da lassù inoltre si gode di una vista magnifica. La zona appena sotto la fortezza è la più vecchia della città ed è molto piacevole avventurarsi là intorno, tra le vie tortuose e le case piccole e graziose. Il musepo archeologico di Salonicco possiede interessanti manufatti antichi provenienti da diversi periodi storici. Naturalmente, ci sono molti altri musei oltre a quello, per esempio il museo della lotta macedone, il museo Etnologico, la galleria delle belle arti, il museo tecnico e la fiera internazionale del commercio. Ci sono inoltre scavi che mostrano reperti di epoche antiche fino al periodo bizantino e molte vecchie chiese. Agios Dimitrios è la chiesa principale di Salonicco, e questi è il patrono della città (un ufficiale romano greco morto nel quarto secolo). La torre bianca è un ricordo dell’occupazione turca, veniva usato come prigione. Nel porto c’è una statua di Alessandro il grande e sulla piazza di Aristotele c’è una statua del filosofo. Potete anche visitare i bagni romani ed il qurtiere romano, come pure l’arco di Galerius (Kamara) datato quarto secolo. Degna di una visita anche la zona dell’Expo di Salonicco dove è situata la torre della TV. Ci sono molto altre cose da vedere in questa città fantastica, ma ci sarebbe bisogno di uno spazio apposta per poterle enumerare tutte.

Salonicco (Thessaloniki), cosa vedere nella seconda città della Grecia
Come Atene sta a Roma, così Salonicco sta a Milano, così potrebbe recitare una banale equazione che cercasse di definire le caratteristiche principali del più importante centro commerciale della Grecia e la capitale della Macedonia, una delle 13 regioni della nazione ellenica.

Salonicco ha sempre goduto di una notevole posizione geografica e strategica: Thessaloniki è situata alla fine della grande valle del fiume Axios. Questa valle è collegata con la valle del fiume Moravas e quindi in pratica al bacino del Danubio e all’Europa centrale, mentre a ud-ovest di Salonicco si apre il mar Egeo, la via principale utilizzata nel corso dei secoli verso le rotte commerciali del sud Mediterraneo. Queste condizioni geopolitiche, combinate con l’esistenza di un ricco entroterra, ha contribuito al rapido e continuo sviluppo della città.

Il clima è tipicamente mediterraneo, ma a poca distanza, appena a nord, assume caratteristiche continentali, tipiche dei balcani. Quindi a condizioni tipicamente miti si possono alternare episodi di gelo invernali e all’inizio della primavera, ed estati anche torride nei periodi in cui vengono a mancare le freschi correnti d’aria dall’Egeo.

Da oltre tre decenni Salonicco è diventata la destinazione preferita per molti turisti provenienti dai principali paesi Europei, e non solo per la buona posizione geografica, il suo importante Porto, e le strutture ben servite dell’aeroporto Internazionale e la stazione ferroviaria. Anche l’offerta culturale di Salonicco ne ha caratterizzato il suo successo, grazie ai numerosi musei della città (primo di tutti il Museo Archeologico) o ai siti archeologici dei dintorni ed agli eventi come quello dell’International Film Festival di Salonicco, che è ospitato nel Porto fin dal 2001. Nella zona portuale troverete anche il Museo del cinema di Salonicco. Salonicco è anche dotata di importanti teatri , come il Teatro Nazionale della Grecia settentrionale, ma anche numerose strutture più recenti.

Una visita non può prescindere dal suo moderno lungomare, dove compiere una passeggiata al tramonto con il bel profilo della Torre Bianca, considerata uno dei monumenti simbolo di Salonicco. Sempre sul lungomare merita una visita il Museo dei Combattenti Macedoni. Il monumento più antico della città si trova invece alla estremità orientale dalla Via Egnatia, la strada principale del centro, ed è l’Arco di Galerio, una costruzione di 1700 anni fa circa, come pure la vicina Rotonda, un probabile mausoleo.

Tra le chiese cittadine segnaliamo due costruzioni importanti: Santa Sofia è la cattedrale storica di Salonicco, fondata nell’8° secolo ha avuto una storia simile alla sua omonima costruzione di Costantinopoli, diventando una moschea durante la dominazione ottomana, ma poi ritornata a chiesa con il ritorno alla Grecia nel 1912. Contiene mosaici ed affreschi di un certo interesse.
Una chiesa moderna è invece la grande Agios Dimitros, la cattedrale più vasta della Grecia, dedicata a San Demetrio, il patrono della città.

Tra i gioielli architettonici ed artistici da visitare nel centro di Salonicco, segnaliamo la piccola ma suggestiva chiesa di Osios David, che ospita uno straordinario mosaico, intitolato “la visione di Ezechiele”.
Se vi dirigete sulla parte nord-orientale del centro storico trovate una parte delle mura di cinta di Salonicco, di origini bizantine. Il punto migliore per annidarle è salendo sulla Torre Fortificata da cui si gode anche uno splendido panorama della città che s’affaccia sul Mare Egeo.

Thessaloniki è anche famosa per la sua attiva comunità scientifica, con ben tre Università:
l’Università Aristotele di Salonicco, l’Università degli Studi di Macedonia e l’Istituto tecnologico Alessandrino. Questa caratteristica fa confluire su Salonicco una grande quantità di giovani, che rendono la città frizzante e molto dinamica. Un altro vantaggio di Salonicco è il facile accesso diretto alle spiagge di Pieria e alla Penisola Calcidica, tipiche mete estive, mentre in inverno da qui si raggiungono con facilità gli eccellente centri di sport invernali di Kaimaktsalan, Seli e Pelion

Che cosa vedere
La fortezza medioevale in cima alla città è da visitare, da lassù inoltre si gode di una vista magnifica. La zona appena sotto la fortezza è la più vecchia della città ed è molto piacevole avventurarsi là intorno, tra le vie tortuose e le case piccole e graziose. Il museo archeologico di Salonicco possiede interessanti manufatti antichi provenienti da diversi periodi storici. Naturalmente, ci sono molti altri musei oltre a quello, per esempio il museo della lotta macedone, il museo Etnologico, la galleria delle belle arti, il museo tecnico e la fiera internazionale del commercio. Ci sono inoltre scavi che mostrano reperti di epoche antiche fino al periodo bizantino e molte vecchie chiese. Agios Dimitrios è la chiesa principale di Salonicco, e questi è il patrono della città (un ufficiale romano greco morto nel quarto secolo). La torre bianca è un ricordo dell’occupazione turca, veniva usato come prigione. Nel porto c’è una statua di Alessandro il grande e sulla piazza di Aristotele c’è una statua del filosofo. Potete anche visitare i bagni romani ed il qurtiere romano, come pure l’arco di Galerius (Kamara) datato quarto secolo. Degna di una visita anche la zona dell’Expo di Salonicco dove è situata la torre della TV. Ci sono molto altre cose da vedere in questa città fantastica, ma ci sarebbe bisogno di uno spazio apposta per poterle enumerare tutte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>