Puglia, il Natale in masseria – Parte quarta

di Blogger Commenta

Puglia-il-Natale-in-masseria-Parte-quartaViaggiando in direzione Selva di Fasano, la strada è attorniata da trulli isolati e raggruppati in piccole contrade. Una di queste ospita la Tenuta Monacelle (www.tenutamonacelle.it), lussuoso relais tra ciliegi, ulivi, pini e querce. Gli antichi trulli, ben 30, sono stati trasformati in suite, camere di grande prestigio e in un ristorante, Il Ciliegeto, tra pietre calcaree e saloni a volte. Qui si degustano i sapori tipici della cucina pugliese e mediterranea, preparati dai proprietari della tenuta. Anche sulla costa, da Savelletri a Ostuni, è piacevole rilassarsi al tepore del mare, che d’inverno regala giornate calde, e nella tranquillità delle sue belle ed esclusive masserie. A Savelletri di Fasano quattro sono gli indirizzi più ricercati e probabilmente anche i più costosi: Torre Coccaro (www.masseriatorrecoccaro.com) è una masseria del XVI secolo, la più antica del territorio, circondata da ulivi, mandorli e carrubi. Le camere si affacciano su una corte interna ma la parte più suggestiva del complesso è la torre antica a cui si accede da una scala in pietra. Torre Maizza (www.masseriatorremaizza.com) si affaccia su un campo da golf ed è della stessa proprietà di Torre Coccaro.

Le masserie pugliesi
Anche questo è un edificio storico con accanto una torre d’avvistamento e con camere che si aprono su un mini giardino di vegetazione mediterranea. Poi c’è il famoso resort San Domenico (www.masseriasandomenico.com), chiccosissima masseria con Spa, centro benessere con trattamenti di talassoterapia, campo da golf 18 buche con vista mare e una torre d’avvistamento. Il resort conserva tutte le caratteristiche architettoniche dell’antica masseria fortificata: ampi spazi con volte a stella e, dopo un attento restauro, con camere e suite, grandi, eleganti e dotate di ogni comfort. Sorge sull’ottava buca del San Domenica la Masseria Cimino (www.masseriacimino.com), un antico casale ricco d’atmosfera con torre del Settecento, circondata da ulivi secolari. Qui il colore bianco domina ogni cosa: dalle pareti in calce agli eleganti arredi. Proseguendo lungo la costa si arriva a Ostuni, la città bianca, bellissima anche in inverno, un pugno di case ricoperte di calce bianca, piene di luce, aggrappate al monte. Nella campagna che la circonda sorgono deliziose ed eleganti tenute dove alloggiare, come Masseria Boezio (www.masseriaboezio.com), ex torre di avvistamento saracena, trasformata in masseria nel 1850 e poi in dimora di campagna con tre camere e un appartamento-suite, curati nei minimi dettagli, affacciati sulla corte interna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>