Gerusalemme:guida turistica

di Francesca Spanò Commenta

 

“La città di Dio”, Gerusalemme, non può non essere compresa in un viaggio in Palestina per la sua grande importanza a livello storico, ma anche per le sue tante peculiarità attuali che la rendono una meta di vacanze eccellente in ogni periodo dell’anno. E’ la città santa per tre religioni monoteiste quali l’ebraismo, il cristianesimo e l’islamismo. Per gli Ebrei Gerusalemme è un profondo centro spirituale, per i Cristiani è la culla e il simbolo della Chiesa sia terrestre che celeste, legata ai principali eventi della vita di Gesù. Per i musulmani, infine, è la terza meta santa dopo la Mecca e la Medina, visto che fu visitata dal profeta Maometto.Oggi è divisa un due parti: la città vecchia e la città nuova.

La prima è chiusa del tutto dentro le mura e conserva al suo interno i più noti monumenti dell’Antico e del Nuovo Testamento. Attraverserete strade strette e tortuose e incontrerete moltissimi arabi che in buona parte la abitano. E’ formata da quattro aree principali: a Nord-Ovest intorno al Santo Sepolcro c’è il quartiere cristiano; a Sud-Ovest quello armeno; a Nord-Est con la moschea di Omar quello musulmano e a Sud-Est, oltre il muro del pianto il quartiere ebreo. Le attuali mura di Gerusalemme sono state innalzate intorno al 1542 ed hanno un perimetro di circa tre chilometri. Alte 13 metri sono formate da 34 piccole torri e 8 torri. Verso nord, quindi, ecco la Porta Nuova, la Porta di Damasco o Porta della Colonna e la Porta di Erode. Verso est, ecco la Porta di S.Stefano e la Porta d’Oro.Verso sud, la Porta dei Magrebini o del Letame e la Porta di Sion e verso Ovest la Porta di Giaffa o di Hebron.

 

La città nuova è abitata quasi esclusivamente da Ebrei ed è formata da palazzi, edifici pubblici e strade super moderni che rendono la città una grande capitale. Ecco una guida turistica sulle principali attrattive da non perdere a Gerusalemme:

  • La Moschea di Omar del 690 circa
  • la Basilica del Santo Sepolcro
  • il Cenacolo
  • la Chiesa di Sant’Anna
  • la spianata del Tempio
  • il Tempio dell’Ascensione
  • il Museo di Israele
  • il Billy Rose Sculture Garden
  • il Museo della Terra Biblica
  • il Centro del Patrimonio degli Ebrei Babilonesi
  • Monte Olivo con i resti della Basilica dell’Eleosia e del Tempio dell’Ascensione
  • il mercato arabo e il mercato dei Beduini
  • lo Yad Vashem, il memoriale ufficiale di Israele delle vittime dell’Olocausto, dove è possibile visitare l’archivio, il museo storico, la Sala dei Nomi e il Giardino dei Giusti tra le nazioni.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>