Ue e le norme per i viaggi senza passaporto

di Francesca Spanò Commenta

 

L’immigrazione clandestina legata in particolare a certe zone dell’Europa è in forte aumento e va assolutamente limitata. Per cercare di favorire il fenomeno contrario, quindi, gli Stati dell’Unione Europea potrebbero cambiare rotta seguendo le linee guida consigliate dall’Ue. A breve, quindi, potrebbero essere ripristinati i controlli alla frontiera se i confini esterni dei loro Paesi non diventeranno immediatamente super sicuri. Nelle scorse ore, a tal proposito, una proposta legislativa a tema è stata avanzata dalla Commissione Europea.

L’alternativa è quella di proporre nuove norme al momento dell’ingresso in una nuova area del continente e lo stesso potrebbe accadere pure per altre mete molto delicate in questo senso, come ad esempio il Nord Africa: insomma area Schengen che coinvolge sia i membri dell’Ue che luoghi terzi c’è aria di novità. Gli stessi governi preoccupati per la situazione, hanno chiesto di frenare la possibilità di viaggiare senza restrizioni in tutta Europa e di mettere di nuovo dei blocchi o controlli nelle frontiere interne.

 

 

Non sarà facile, però perchè il nuovo progetto si prevede che incontrerà molte resistenze e in più non mancano le immediate polemiche. Non tutti sono d’accordo infatti su una soluzione che limiterebbe di fatto la libertà di movimento delle persone che è alla base delle regole della stessa integrazione europea. La commissione d’altro canto pensa che sia l’unico modo per valorizzare e proteggere il diritto degli europei di viaggiare liberamente impedendo ai governi di adottare delle decisioni in piena libertà. Per far ciò però serve l’approvazione dagli Stati Ue e dal Parlamento europeo, per fermare qualunque presa di posizione unilaterale. Attualmente i cittadini che fanno parte 27 membri del blocco viaggiano liberamente all’interno dell’Ue. Ci sono poi 22 Stati dell’Ue e altri tre Paesi che hanno tolto i controlli tra le rispettive frontiere con l’accordo di Schengen, del 1985, ma ora sembra che le cose possano cambiare ritornando più severe come un tempo.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>