Viaggio in Cina: il tour da non perdere

di Francesca Spanò Commenta

 

Cina, splendida terra dal fascino senza tempo. Le tradizioni sono così particolari e differenti dalle nostre, da rendere un viaggio in tale tratto di mondo davvero indimenticabile, ma come sempre accade è necessario organizzare un itinerario ben preciso anche con pochi giorni a disposizione, almeno se volete vederne monumenti e peculiarità e tornare a casa conoscendone i segreti più profondi. Scopriamo insieme cosa non perdere e come organizzare un tour che comprenda le caratteristiche uniche che tutto il mondo ammira in questo luogo:

  • L’Esercito di Terracotta: vorreste visitare la Cina senza fermarvi a Qin Shi Huang? Si trova alle porte di Xi’an e qui troverete la grandissima collezione  di statue che raffigurano soldati, ufficiali, cavalli e carri e che sono stati costruiti per restare a guardia della tomba del primo imperatore. Un sito che ha lasciato senza parole coloro che si sono trovati di fronte un tesoro di valore inestimabile e che ha richiesto moltissimi anni di lavoro e abile maestria. Sono state scoperte qui, infatti, fino a 8mila statue a grandezza naturale e l’ingresso è garantito tutti i giorni dalle 8:30 alle 17:30.
  • Il Museo di Shangai:conserva al suo interno pregevoli collezioni di arte cinese classica e vi si trovano almeno 120mila pezzi tra bronzi, ceramiche, dipinti e calligrafie di grande rilievo. Tra modernità e tradizione potrete riscoprire la vera essenza delle creazioni cinesi in una struttura che è aperta tutti i giorni dalle 9:0 alle 17:00.
  • La Muraglia Cinese:  indimenticabile con le sue fortificazioni più ampie del mondo. Un vero e proprio colosso di pietra e uno dei tratti meglio conservati sorge a nord di Pechino, a poca distanza dal villaggio di Badaling, in un caratteristico ambiente collinare.
  • La Città Proibita: è stata la residenza di 24 imperatori delle dinastie Ming e Qing. Fu realizzata nel 1406 su un’area complessiva di  720mila metri quadrati con 9.999 stanze. Si tratta di uno dei complessi più antichi della Cina intera e attualmente fa parte del Patrimonio Unesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>