Capodanno: trascorrerlo insieme al WWF

di Giulia T Commenta

Siete alla ricerca di un’idea per un capodanno alternativo? Trascorrerlo in compagnia del WWF, associazione internazionale che si occupa della salvaguardia degli animali e dell’ambiente. L’appuntamento per i più piccoli è a Noasca, in Piemonte, più precisamente nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, per un vero e proprio Campo Avventura targato WWF dedicato alle ragazze ed ai ragazzi di 11-13 anni: intere giornate all’insegna del divertimento, dello svago, dell’esplorazione, con passeggiate suggestive con le racchette da neve, per avvistare gli animali tipici della zona che non si trovano in letargo.

Oltre alle passeggiate il campo si compone anche di laboratori manuali e di sessioni per scoprire alcune leggende legate al territorio: ad esempio i ragazzi impareranno a conoscere le masche, donne dotate di poteri soprannaturali simili a streghe, tipico esempio della tradizione centenario propria del territorio piemontese. E per i più grandi? Mentre i ragazzi si divertono su e giù per i monti, i genitori possono partire per altre mete, tutte ugualmente avventurose.

Tra le proposte del WWF ecco comparire mete come Tenerife, Giordania, Madeira, Tanzania, Guatemala, Senegal e la new entry il Madagascar: il Madagascar è una meta aggiunta proprio per il capodanno 2011-2012, con partenze il 24 dicembre ed il 9 gennaio. Un viaggio eco sostenibile alla scoperta della natura, di piante ed animali insoliti. Un itinerario in un vero e proprio museo vivente, che si compone anche di navigazioni in piroghe attraverso fiumi e foreste incontaminate.

Per chi sceglie la Giordania, l’avventura inizia il 28 dicembre 2011 fino al 7 gennaio: oltre alla visita dela capitale Amman, sono anche previste escursioni nelle zone islamiche, per conoscerne a fondo la cultura ed apprezzarla nelle sue espressioni più moderate. Sempre partenza il 28 dicembre e ritorno questa volta il 4 gennaio invece per l’isola di Madeira, per godere del clima mite e piacevole, lontano dal freddo e dallo smog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>