Marche: tour tra presepi e alberi per Natale 2011

di Francesca Spanò Commenta

Questo è un mese speciale per le Marche perchè si sono davvero vestite di festa e più che altrove si sente ogni giorno l’aria natalizia. Ormai del resto ci siamo, manca pochissimo e intanto la regione può essere a giusto merito eletta come la terra dei presepi. Nel centro storico di Urbino, ad esempio, se ne possono visitare più di duecento, anche grazie ad una manifestazione particolare che terminerà il prossimo 8 gennaio del 2012. Si tratta appunto delle “Vie dei presepi” che si svolge tra strade, palazzi nobiliari, piazze e oratori e le scene della Natività sono molto diverse fra di loro. Si possono osservare, quelli che arrivano dalla Puglia e dalla Campania, quelli di legno intarsiato, quelli in miniatura in oro e argento e, ancora, quelli in stoffa, in arte povera o in sughero.

Un tour di questo tipo può partire dall’oratorio di San Giuseppe, dove troverete la Sacra Famiglia di Federico Brandami, in stucco e a grandezza naturale che risale al XVI secolo. Non dimentichiamo poi l’evento che si è concluso a Candelara in merito alla Festa delle Candele durante  il quale artigiani provenienti da ogni parte di Italia avevano utilizzato ogni materiale dalla cera, al legno, all’argento, al sughero e non solo per i presepi.

Bellissime e ammiratissime sono state appunto le candele di ogni forma e dimensione con spettacoli a tema. Da non dimenticare che dal 2 al 6 gennaio nel borgo collinare di Urbania viene festeggiata la Befana e viene preparata la sua casa. Nel frattempo si tengono dei cortei con la distribuzione di doni, mentre non mancano doni e concerti a tema. Se siete in zona potrete anche organizzare una visita al Palazzo Ducale, voluto da Federico II da Montefeltro e il Barco Ducale, a poca distanza, che era la residenza estiva e di caccia dei duchi per un viaggio tra cultura e relax.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>