Vacanze da brivido: sette posti da non perdere!

di Giulia T Commenta

Siete amanti del pericolo e della vita all’aria aperta? Ecco allora qualche bella idea che fa proprio al caso vostro: una serie di posti al cardiopalma, per vivere emozioni no limits tutti i giorni dell’anno. Iniziamo con il canyoning, sport che prevede la discesa ripida tra rocce, scivoli, gole, il tutto seduti all’interno di una canoa: il canyoning più avventuroso è possibile farlo sia a Valnerina, nelle valli appenniniche umbre. Si tratta di un’attività riservata agli adulti che prevede l’obbligo di una muta da sub per contrastare le acque fredde e un’imbragatura adeguata.

Preferite invece il rafting? Nessun problema, il fiume Lao sul Pollino, nel versante calabrese fa al caso vostro: quì si può affrontare un percorso di circa quattordici kilometri a bordo di grossi gommoni, il tutto facendosi trasportare dalla acque fredde, immersi in un paesaggio irreale, tra gole, cascate e fenditure della roccia. Passiamo in montagna, dove tra le alte quote in Val di Mello di Valtellina si può provare il brivido dell’arrampicata sportiva.

 

Tra le sfide più coraggiose ecco le pareti dell’Altare alla Stella Marina ed il Precipizio degli Asteroidi: solo per arrampicatori esperti che hanno già avuto a che fare con questo affascinante e difficile sport. A Courmayeur, Val d’Aosta, si può coniugare il brivido di essere sospesi in elicottero con il piacere di un’escursione in mountain bike: il nome di questa nuova attività estrema è il bike eli-raft. Si parte da Villeneuve in elicottero, ammirando alcune delle  vette d’Europa più belle, si atterra sul confine del Parco del Gran Paradiso e da qui si parte con la mountain bike per una biciclettata di circa trenta km immersi nella natura incontaminata.

A Campitello di Fassa e Canazei, in Trentino, le attività possono essere davvero estreme: da Col Rodella e dal Belvedere ci si può lanciare con il parapendio, in questo caso l’attività è aperta anche a chi è alle prime armi o addirittura vuole provare il parapendio per la prima volta in vita sua. Il tutto grazie ad un parapendio biposto con istruttori nazionali abilitati.

Infine ecco il centro di paracadutismo The Zoo a Terni, dove ci si può lanciare da un aereo a quota quattro mila metri: anche in tal caso i neofiti sono ben accetti! Sempre per chi ama il paracadutismo, ci si può lanciare anche dalle montagne della Basilicata a Volo d’Angelo ad oltre 1000 metri di altezza.

Foto credit: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>