Perù: itinerario da sogno fino ad Arequipa

di Francesca Spanò Commenta

Un viaggio adatto alle coppie, ai giovani in viaggio di nozze, a chi festeggia un anniversario particolare, ai single e anche alle famiglie con bambini non troppo piccoli: insomma quasi a tutti, a patto di avere qualche risparmio messo da parte, perchè un soggiorno in Perù, per quanto indimenticabile, non è del tutto economico. Chi organizza una partenza del genere, atterra a Lima e magari comincia il suo percorso proprio visitando la città. Ecco che imperdibile è il centro storico con Plaza de Armas, il Palacio de Gobierno, la Cattedrale dove è sepolto Francisco Pizarro e il Monastero di San Francesco e le catacombe. Si può poi prendere un volo interno per giungere nella magica Cuzco, la capitale dell’impero Inca e giusto il tempo di acclimatarsi e si può iniziare il tour.

Si parte da Plaza de Armas con la Cattedrale e si sale per la via Hatunrumiyoc osservando le mura inca. Bella la famosa pietra dei dodici angoli e si arriva, alla fine, al quartiere artistico di San Blas. Qui i siti inca sono tanti e si può cominciare con Sacsayhuaman considerata una fortezza e Pukapukara, Tambomachay e lungo la Valle Sacra la città di Pisaq. Si finisce con Ollantaytambo. Il giorno successivo come dimenticare il simbolo del Perù che è il Machu Picchu? Si raggiunge grazie ad un treno turistico dopo circa tre ore di viaggio e ferma ad Agua Caliente. Il pullman poi porta all’ingresso della città omonima riscoperta nel 1911 e la veduta intorno è veramente emozionante. Qui c’è da vedere il Tempio del Sole ma anche l’Intihuatana tanto per citare le peculiarità più conosciute. Durante la giornata il giro porta al sito di Moray con i terrazzamenti concentrici e le salinas per la produzione del sale e poi si aspetta il giorno successivo per dirigersi verso Puno con le sponde del Lago Titicaca. Quest’ultimo è il lago navigabile più alto del mondo. Con un battello si può arrivare alle isole galleggianti di Uros e poi via all’escursione di Arequipa. Quest’ultimo luogo è importante soprattutto per la presenza della mummia perfettamente conservata di Juanita, la ragazzina sacrificata e ritrovata sull’Ampato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>