Galapagos: trovata tartaruga ritenuta estinta e nuove regole per il turismo

di Francesca Spanò Commenta

Galapagos, paradiso incontaminato e bellissimo. Ce lo immaginiamo così questo tratto di mondo ed in fondo è vero, ma non è facile preservarlo soprattutto se il turismo nei prossimi anni continuerà ad aumentare. Ecco quindi che nei giorni scorsi sono state emanate delle nuove regole che renderanno la vacanze in questo luogo del tutto eco-sostenibili. Il governo dell’Ecuador sta facendo di tutto insomma per salvare uno dei pochi polmoni verdi su cui la Terra possa ancora contare e per conservarne l’unicità le norme diventeranno molto severe. Scopriamo quali sono le più importanti:

A partire da questo mese, ad esempio, le imbarcazioni di tutti i tipi, dai piccoli  yacht a vela o a motore alle grandi navi da crociera, non potranno giungere nello stesso sito per più di una volta in 14 giorni. Quello che si cerca di fare è ridurre il traffico, soprattutto dei natanti privati che senza sosta si muovevano dalle parti delle splendide coste, inquinandole.

L’ecosistema locale, quindi, in questo modo tenderà a subire di certo meno stress e si conserverà al meglio, Un vantaggio che dovrebbe portare sollievo anche ai visitatori che potranno essere certi di trovarsi in un microcosmo di pace e tranquillità senza barche che arrivano in continuazione.  Di conseguenza ci sarà minore folla, perché non di rado arrivano vacanzieri solo per una escursione giornaliera che affollano i tratti di mare più interessanti. Insomma, sembra proprio una decisione che dovrebbero copiare in molti e magari un giorno, quando molti paradisi tropicali resteranno un ricordo ma saranno devastati dallo sfruttamento eccessivo del turismo, di perfetto resterà solo questo angolo di globo chiamato Galapagos. E’ curioso, perchè viene facile pensare che in un posto così caro e lontano non tutti possano permettersi di arrivare e, in più non tutti i tour operator offrono pacchetti scontati per raggiungerlo, eppure i viaggiatori sono dovunque, scoprono ogni posto anche quello più inaccessibile e rischiano quindi di cambiarlo. Alle Galapagos questo per fortuna non sarà possibile, almeno per ora.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>