India, Madurai: una visita al Tempio di Meenakshi

di Francesca Spanò Commenta

L’India del Sud ha altrettanto fascino rispetto alla sua parte Nord con i monumenti simbolo del Paese. Sembra quasi di trovarsi in un luogo senza tempo, con un’altra atmosfera e tra templi, palazzi, fauna e flora locali e paesaggi da sogno, anche voi tornerete a casa certi che questo angolo di globo più di qualunque altro vanta una magia particolare. In particolare, merita una visita e tutta l’attenzione del turista il Tempio di Meenakshi a Madurai, un grande esempio di architettura e storia da non sottovalutare. E’ stato costruito in una delle più antiche città del Tamil Nadu, quest’ultima nota anche con il nome de “la città del nettare”. Si trova vicino alla riva del fiume Vaigai con il suo simbolo più noto ed evidente che è appunto il Tempio di Meenakshi, dedicato a Meenakshi, la consorte di Shiva.

La mitologia locale racconta che qui  si sono sposati Shiva e la Dea Meenakshi e tutti gli edifici intorno sono stati realizzati  tra il secolo XII ° e XVIII °. Comprendono due principali santuari, 12 gopuram ovvero la torre monumentale che decora l’ingresso di un tempio, e centinaia di mandapams, corridoi con colonne, tutti riccamente decorati. Tra dipinti e sculture l’occhio umano gode davvero.

Chi avesse dubbi sull’abilità architettonica degli abitanti dell’antica India dovrà ricredersi dopo aver visitato tale luogo. L’Ashta Shakthi Mandapam è il corridoio del santuario e il soffitto è di forma emisferica riccamente decorato da bassorilievi colorati tra cui quello che raffigura il matrimonio di Shiva e Meenakshi. C’è poi l’antica piscina, il Potramaraukulam, o Golden Lotus Tank, con quadri e pitture e la  sala delle 1000 Mandapam che è la zona più famosa del complesso con all’interno un Museo con una gran collezione di dipinti, foto, icone, a raccontare la storia della regione. Le ferrovie sono ben collegate con Madurai e l’aeroporto si trova a circa 10 km dal centro della città, collegato con voli giornalieri da Bangalore, Chennai, e molte altre città indiane.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>