Roma: la metro B1 apre ma con qualche disagio per i cittadini

di Francesca Spanò Commenta

 

La Metro B1 a Roma ha aperto un paio di giorni fa e già, nelle scorse ore, ha fatto parlare di sè. Piccoli inconvenienti che possono capitare ad un mezzo di trasporto inaugurato da poco, a patto che adesso il percorso proceda senza più intoppi. C’è da dire che noi stessi abbiamo provato il servizio e ci è sembrato comunque funzionante, per cui dal nostro punto di vista si tratta al momento di una comodità in più per chi deve spostarsi verso zone fino a poco tempo va, coperte non benissimo. Sette anni di lavori e di interruzioni e, finalmente, l’inaugurazione, solo che già c’è stato un primo blocco per trenta minuti per un problema allo scambio e l’assenza del tecnico addetto al controllo del deviatore. Questo avrebbe provocato una serie di ritardi a catena e quindi l’interruzione temporanea del trasporto.

In più, in serata sarebbe stata denunciata la caduta di pezzi di intonaco dal soffitto della stazione Conca d’Oro, tanto da richiedere un tempestivo intervento e, adesso, l’area è stata transennata. Riguardo al primo stop della metro, Atac ha inviato una indagine interna per accertare le responsabilità e procedere, eventualmente, per via disciplinare. Il sindaco della città Gianni Alemanno ha parlato di un problema temporaneo, ma le critiche soprattutto sui social network sono aspre, anche perché la novità ha portato pure ad un aumento del biglietto da 1 euro a 1,50 euro, anche se è stata prolungata la durata dello stesso.

In effetti, durante la sua costruzione gli intoppi e le deviazioni sono stati tanti e qualcuno parla già del “mistero della B1”. Voci di corridoio replicano la presenza di imperfezioni ancora da sistemare, come ascensori non a norma e gallerie dove piove, ma non ci sono conferme e noi che ieri abbiamo utilizzato il mezzo poco prima di ora di cena, non abbiamo riscontrato nulla di particolare, se non una stazione nuova simile a Tiburtina anche perché progettata dallo stesso architetto. Scopriremo a breve, comunque se ci saranno altre novità in merito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>