In Cina lezioni di moda per il mare: il facekini

di Francesca Spanò Commenta

 

Dopo la Pasqua, sarà quasi d’obbligo mettersi a dieta, perché la prova costume ormai è dietro l’angolo o vorreste andare al mare “con la maschera” vergognandovi delle vostre forme troppo abbondanti? A parte gli scherzi, a prescindere dal fatto che a volte qualche curva in più è anche più interessante, tuttavia se ci tenete ad essere filiformi qualche sacrificio a tavola dovete farlo, oppure potete fare un salto in Cina e prendere esempio dalla nuova moda locale. In effetti sta spopolando da qualche anno, ma non si può dire che non sia bizzarra. Si chiama Facekini, il nuovo costume che davvero più integrale non si può.

Del resto, chi lo ha detto che spogliarsi non passa mai di moda. Se fosse invece più divertente l’effetto vedo non vedo, quello che fa solo immaginare ma di cui non si ha la certezza? Si comincia con la moda da spiaggia, il luogo dove si è sempre più senza veli da noi, ma dalle mete esotiche arriva una nuova lezione di stile. A dettare legge in questo senso è appunto la Cina e precisamente Tsingtao dove chi non indossa il facekini non è cool.

Si tratta di un costume integrale che copre pure la testa. In pratica ciò che vi resterà scoperto saranno soltanto le fessure per gli occhi, naso e bocca se sopportate l’effetto bagnato sulla faccia. A quanto pare, però, agli orientali non sembra dar fastidio più di tanto. Non è da confondere con il musulmano burqini che si sceglie per questioni religiose. In questo caso, vista l’attenzione dei cinesi per la propria pelle, servirebbe a proteggerla al meglio dal sole. In tal modo, mentre loro restano giovani per sempre, noi spendiamo soldi in creme solari ma le rughe arrivano lo stesso. In più, si può sfoggiare una cute bianchissima, anche se probabilmente a chiazze. In Cina questo comunque significa grande bellezza.

 

Photo Credit: behindthewall.nbcnews.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>