L’India e lo yoga: una disciplina antica

di Redazione Commenta

Spread the love

 

Quando si parla di India, si nomina piuttosto spesso anche lo yoga, una pratica che da queste parti la fa da padrone da tempo. E’ altrettanto certo che negli ultimi decenni pure l’Occidente ha scoperto tali tecniche di rilassamento e di equilibrio psicofisico e quindi la diffusione è diventata capillare, ma in tale Paese ha una aspetto anche etico e religioso. Gli stessi, in fondo che sono all’origine di una disciplina che una volta provata non si lascia più. Ecco perché dall’India è uscita piuttosto fuori dai confini nazionali diffondendosi rapidamente.

Attraverso lo yoga, corpo, mentre e anima viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda fino a trovare la via per raggiungere Dio. In realtà, è molto complesso spiegarlo ed è più facile comprenderlo praticandolo, meglio ancora se con dei maestri direttamente provenienti dall’India. In questo modo si ritrova una totale unione tra  l’energia individuale e l’energia universale. Un concetto certamente affascinante che ha spinto sempre più potenziali turisti a raggiungere l’India, solo per risalire alle sue origini e al significato profondo di quella che è in tutto e per tutto una filosofia. 

 
Apprezzatissimi, in questo senso, sono pure i tour in India che permettono di andare alla scoperta della spiritualità locale e in molti casi di assistere direttamente a rituali specifici o centri di pellegrinaggio di grande fama. Insomma, si può organizzare un viaggio in India tematico, che sia dedicato ai monumenti o allo yoga. Un turismo che va fortissimo ed è anno dopo anno sempre più richiesto. Lo stress della vita di tutti i giorni, del resto, ci porta a desiderare un attimo per la meditazione e la spiritualità,  ma serve una guida iniziale per comprenderne al meglio le tecniche. E’ altrettanto sicuro, comunque, che nel frattempo si visitano anche le città più note come Agra con il Taj Mahal, Jaipur e Varanasi.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>