Estate 2013: gli italiani vanno in Grecia e in America

di Francesca Spanò Commenta

 

Una è tra le destinazioni più vicine ed economiche, con scenari da favola e non solo di mare, l’altra invece è una meta mitica, sognata a lungo e incredibile. Gli italiani per l’estate 2013 sembrano preferire due luoghi in particolare che sono la Grecia e l’America, almeno secondo le ricerche su internet. Lo conferma Kayak.it, confrontando quali e quante pagine sono state viste nell’ultimo periodo su una singola destinazione. Il motore di ricerca che confronta centinaia di siti di viaggi e permette di trovare le offerte migliori per voli, hotel, autonoleggi e vacanze, ha rivelato che le percentuali di ricerca sono queste:  New York (+32%*), San Francisco (+28%*), Miami (15%*) e Los Angeles (+8%*). I tassi di crescita, quindi, sono importanti a dimostrazione che la voglia d’America è per gli italiani una costante. In realtà, non va male nemmeno alla Spagna da sempre in testa nelle preferenze.

Quest’ultima si riconferma come una delle destinazioni più cliccate. La Grecia negli ultimi mesi ha avuto una serie di problemi gravi dovuti alla crisi globale che qui è esplosa al massimo e i prezzi si sono ulteriormente abbassati, per cui è più facile prenotare per qualche giorno, anche se non si può certo contare su un portafoglio pieno. La grave situazione politica in Egitto ha, invece, di fatto fermato molto le partenze ma agli italiani continua a piacere molto il Mar Rosso che riesce a coniugare per gran parte dell’anno qualità e prezzo. I fondali con la barriera corallina più bella del mondo e un mare adatto anche alle famiglie con bambini rappresentano la formula giusta per prenotare. Per chi, ancora, non vuole stare fermo solo a prendere il sole in spiaggia una buona idea può essere pure quella di volare verso la Tunisia che noi stessi avevamo snobbato e, invece, al suo interno conserva tesori e paesaggi davvero superbi. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>