Zanzibar, non solo lemuri: animali curiosi

di Francesca Spanò Commenta

lemuri

Tratti di foresta incontaminate, spiagge con sabbia fine e mare cristallino vegetazione fitta. Si, il paesaggio è tropicale e noi stiamo per parlarvi di Zanzibar. In Tanzania, gli animali più famosi restano i lemuri, ma ci sono davvero solo quelli? Assolutamente no ovviamente e nelle isole principali dell’arcipelago Unguja e Pemba, e nelle isole minori, la fauna è veramente ricca. Questo senza dimenticare i fondali con la grande quantità di pesci e mammiferi marini.

Se raggiungete lo Jozani Natural Forest, per esempio, scoprirete le scimmie colobo rosso la più nota della zona. Vive sugli alberi in famiglie di 40 individui, ma è a rischio di estinzione. Sono sempre scimmie e vivono in questo tratto di mondo i cercopitechi grigio-verdi, oltre ai colobi neri. Ancora, ci sono i cercopitechi a diadema che non sono endemici perché vivono anche in altri paesi dell’Africa orientale. Qui c’è poi un tipo di lemure molto raro che è il bush babyche si muove dopo il tramonto del sole, ed è quindi molto difficile da vedere.

Se parliamo di pesci, poi, l’elenco potrebbe essere davvero molto lungo e questo lo sanno i pescatori che a Zanzibar vivono ogni giorno. Ci sono  squalicernietonnibarracuda, e diverse specie di pesci molto pericolosi e velenosi. Fate molta attenzione a questi esemplari: pesce pietra, il pesce scorpione, i serpenti marini e le velenose conchiglie della famiglia Conus. Andiamo a dare uno sguardo verso il cielo. A Zanzibar, ci sono circa 102 tipi di uccelli tropicali diversi e i più noti sono: il fenicottero rosa, l’airone, il corvo indiano e il turaco. Per concludere tra i rettili  ce ne sono cinque specie pericolose: il mamba verde, il pitone, il cobra dal collare nero, il mamba nero e il cobra dalle labbra nere.

 Photo Credit: GFDL su Wikimedia Commons

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>