Itinerario di viaggio in Bretagna, Normandia, Francia

di Redazione Commenta

Vogliamo proporvi un itinerario che si sviluppa nel nord-ovest della Francia, da Parigi verso “les beaux ciels de Normandie” fino a raggiungere la Bretagna e la costa dell’ Oceano Atlantico per rientrare quindi nella capitale francese lungo la splendida Valle della Loira, con i suoi famosi castelli. Il viaggio si effettua con auto noleggiate consegnate all’ aeroporto di Parigi, che raggiungeremo in volo diretto dall’ Italia.

DA PARIGI A MONT SAINT MICHEL
Lasciamo la visita di Parigi a fine viaggio e imbocchiamo subito l’Autostrada per Versailles, eccezionale complesso formato dal Palazzo dei Giardini, dai Trianon e dalla città che ha conservato un’aria solenne. Poi attraverso la fertile Beauce, il granaio di Francia, fino a veder spuntare lontano dal verde dei campi, le due torri della cattedrale di Chartres la cui bellezza e imponenza dominano sul piccolo borgo circostante. La Porta Reale, meraviglia dell’ arte romanica, le vetrate originali del XII e XIII secolo, il recinto del coro con le splendide sculture lignee, costituiscono solo alcuni dettagli di un complesso unico al mondo.

Quindi Mont Saint Michel , la “meraviglia dell’Occidente”, prodigioso insieme costruito su un piedistallo roccioso. Visita alle splendide fortificazioni, l’ Abbazia, il chiostro, la sala dei Cavalieri.

DA SAINT MALO A ORLEANS
Proseguiremo per St. Malo antico porto che conserva un’atmosfera ottocentesca; passeggiata sulle mura. Da Saint Malo percorriamo l’ incantevole e frastagliatissima Cote d’ Emeraude, la Costa di Smeraldo. Raggiunta St Brieuc , tagliamo verso l’interno per Carnac al centro di una zona universalmente nota per i monumenti megalitici innalzati da tribù bretoni circa 25 secoli a.C. Da Vannes cittadina d’aspetto medioevale potremo effettuare l’ escursione al Golfo del Morbihan disseminato di suggestive isolette. Una sosta a La Baule, località balneare sulla Costa dell’ Amour seconda solo a Biarritz, con la sua magnifica spiaggia ad arco, prima di giungere a Nantes bagnata dalla Loira il fiume che seguiremo fino a Orleans , lungo la Valle con i famosi castelli del sec. XV e XVI, una delle maggiori attrattive di Francia. Alterneremo la riva destra e la riva sinistra in un paesaggio incantevole, ricco di acque e di boschi che fanno da scenario ai fiabeschi castelli di Anger, Tours, Amboise, Blois, Orléans.

DAI CASTELLI DELLA LOIRA A PARIGI
La Loira è una cerniera fra il nord e il sud, luogo d’ incontro tra un tenero paesaggio d’ acqua e colline, con un’ archittetura che era italiana ancor prima del Rinascimento. “Giardino di Francia”, suo orto, anche per la frutta e la verdura pregiata, i vini allegri e lievi, la valle della Loira si può dividere comodamente in tre parti. L’ Orléanais, fino a Blois, la capitale dei conti omonimi attorno alla quale iniziano a spuntare i castelli, Chambord, Cheverny, la Turenna, attorno a Tours (Balzac le ha scritto un romanzo che è una dichiarazione d’amore, Il giglio nella valle), l’ Angiò, attorno ad Angers, riassunto dalla poesia di Du Bellay, grazie alla quale ogni scolaresca francese associa in coro il nome della provincia alla dolcezza angioina.

Ed eccoci di ritorno a Parigi dove trascorreremo, gli ultimi giorni del nostro viaggio: il Louvre, l’Ile de la Cité con Notre-Dame, una gita sulla Senna, una cena sulla rive gauche, una visita panoramica dal Sacre Coeur o dalla Tour Eiffel prima di imboccare l’ autostrada per l’ aeroporto con l’ ultima baguette sotto il braccio per portare a casa un po’ di profumo di Francia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>