GUIDA DI VIAGGIO AD AMSTERDAM – La città dei VIZI

di Blogger2 1

viaggi_ad_amsterdamAmsterdam
tanti sono gli appellativi che si possono attribuire a questa città stravagante:

“la Venezia del Nord” per il suo sistema di canali
“la città delle palafitte” è completamente posata su di esse, e , non a caso, il suo nome significa Diga sul fiume Amstel
“la città delle bici”Nessuna città come Amsterdam può vantare di essere la capitale mondiale delle bici. Le piste ciclabili sono comparse qui circa 50 anni prima rispetto a molte altre città.

Amsterdam la capitale dell’Olanda (anche se il governo e la corte risiedono a L’Aia) è la città più popolosa del paese con oltre 730 mila abitanti. Capitale del divertimento e del proibito, famosa per i suoi coffeeshop e la frenetica vita notturna, è rinomata anche per le molteplici attività culturali, le architetture antiche e moderne, e i suoi musei.
Amsterdam possiede uno dei maggiori centri rinascimentali di tutta l’Europa;Numerose sono le costruzioni che risalgono al periodo tra il XVI e XVII secolo, conosciuto anche come Età dell’Oro.
Passato e futuro si fondono in modo armonioso. Il suo impianto urbanistico conserva ancora quello del progetto di ampliamento del 1612,ma con varianti del tutto recenti che ne fa di Amsterdam una città giovane, psumeggiante e “cool”;
Prendiamo lo “storico” Jordaan, ad esempio: una volta era il quartiere operaio, oggi è pieno di atelier, ristoranti creativi, bar alla moda. Oppure l’isola KNSM: situata nell’area portuale abbandonata, è stata trasformata in una zona residenziale presa d’assalto da designer, architetti, artisti, intellettuali. O ancora Westerpark e Westergasfabriek, un complesso di ex fabbriche edificate nel 1885 trasformato in un centro culturale con tanto di ristorante e club, il Café West Pacific che organizza concerti ed eventi artistici.

Questa città dalle mille sorprese vanta di uno scrigno ricchissimo di musei , di ogni categoria, da quelli dell’arte moderna e contemporanea alla storia del cinema, teatro, fotografia, fino ai musei ‘tipicamente Olandesi’.Per citarne alcuni tra i più conosciuti:
il Rijksmuseum (museo statale), il museo Van Gogh, il Concertgebouw, il Rembrandt House Museum, la casa di Anna Frank, il monumento alla memoria degli omosessuali uccisi nei campi di sterminio nazisti.


Una città proibita….

Amsterdam è anche famosa per il suo quartiere a luci rosse, De Wallen, ed i suoi numerosi coffee shops autorizzati alla vendita della cannabis e di derivati della marijuana. La prostituzione è legale nei Paesi Bassi: chi la esercita è considerato un libero professionista ed è tassato come qualsiasi altro imprenditore. La cannabis invece non è legale, bensì tollerata; ciò significa che vendita e possesso che rientrano nella quantità stabilita non sono perseguite dalla legge.Altro tassello fondamentale che ne fa di Amsterdam la città dei vizi è l’intensa vita notturna, con numerose feste private che si aggiungono ai club ed ai locali pubblici. Secondo alcuni, compete con Rotterdam per il titolo di “città più hip” -alla moda-, ma ha comunque un suo fascino unico. Tra i locali consigliati vi sono l’Escape, il Sinners in Heaven, il Rain, il Club More, il Jimmy Woo, l’ Hotel Arena, the PowerZone, il Club NL, il Supperclub, il Melkweg, il Korsakoff, il Voltt e il Paradiso. Ci sono anche dei Canal Bus chiamati Pizza Cruise e Jazz Cruise a pagamento. Sono dei giri lungo l’Amstel.

Tutto questo ancora non basta? ecco altre alternative per visitarla…

D’inverno le mete turistiche si riducono principalmente alle località di montagna, per gli appassionati di sport invernali; anche Amsterdam offre attrazioni per questo periodo che è decisamente freddo, i canali in tanti casi si ghiacciano e diventano delle piste di pattinaggio. Tutto questo aumenta la suggestione di questa città fantastica, che tutto l’anno offre scorci davvero indimenticabili.

Una buona idea per un ponte del primo maggio tipicamente olandese: 30 aprile festa nazionale, il Koninginnedag, Festa della Regina, celebrazione nata per festeggiare il compleanno della regina Juliana, madre dell’attuale regina Beatrice. I festeggiamenti iniziano la sera del 29 e vanno avanti per due giorni a suon di party sfrenati. Eventi improvvisati avvengono per strada, sui ponti e lungo i canali, con decine e decine di barche piene di ragazzi che ballano a ogni ora del giorno e della notte, tutti rigorosamente in arancione, il colore nazionale.
Insieme a Roma, Londra, Parigi, Praga, Madrid e poche altre Amsterdam è una delle città simbolo dell’Europa, ricca di storia, di cultura e di presente.

Commenti (1)

  1. Mi sn divertita tanto ad Amsterdam.Da visitare.ti divertirai tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>