Benbevuto: nel Salento i turisti sono accolti con il Negramaro

di Redazione Commenta

E’ ripartita a Pasqua e prosegue per tutto il 2011 ‘Benbevuto‘ nel Salento, l’iniziativa di benvenuto della cantina Feudi di Guagnano e piu’ di 100 strutture ricettive salentine (alberghi, agriturismo, villaggi, b&b ecc.) che prevede un omaggio di una bottiglia di Negroamaro ai turisti che visitano l’azienda vinicola guagnanese, esibendo la lettera di benvenuto ricevuta dalla struttura ricettiva dove si soggiorna.
Per gli enoappassionati e’ l’occasione per immergersi completamente nella cultura vitivinicola leccese e conoscere i particolari vigneti coltivati secondo l’antico sistema ad ‘alberello’, da cui esce l’etichetta-cru della cantina ‘miglior viticoltore dell’anno’ secondo la Coldiretti della provincia di Lecce, e per visitare il Museo del Negroamaro, nato nel 2006 a Guagnano, aperto tutti i giorni e a ingresso gratuito.

Wine-tour nel Salento
Di eccellenza in eccellenza, un wine-tour nel Salento non puo’ prescindere da una visita alla storica azienda dei Conti Zecca che dal 1500 vinificano a Leverano, azienda agricola che trasforma unicamente le uve di propria produzione, utilizzando vitigni autoctoni quali il Primitivo e il Negroamaro, e porta sul mercato vini da ‘Tre bicchieri’ del Gambero Rosso e dall’inconfondibile design delle etichette, nonche’ dalle indicazioni del locale Movimento del Turismo del Vino. Organizzazione che al Vinitaly 2011 ha promosso il gioco ‘A prova di naso’ che ha permesso ai wine lover di gareggiare, distinguendo i sentori di mirtillo nel Nero di Troia, di liquirizia nel Negroamaro, di ciliegia nel Primitivo. Ca va sans dire, hanno vinto perlopiu’ donne, a testimoniare che il naso femminile ha una sensibilità decisamente superiore a quello maschile.

Cantine aperte in Puglia
MtvPuglia, presieduta da Vittoria Cisonno, e’ gia’ al lavoro per la tredicesima edizione di ‘Cantine Aperte in Puglia’ che si svolgera’ domenica 29 maggio, in contemporanea a ‘Cortili aperti’, la mostra mercato ‘Artigianato d’Eccellenza’ che ritorna a Lecce dal 27 al 29 maggio dopo il successo del 2010 con oltre 5 mila presenze.
Nel centro storico della città barocca e nella chiesa sconsacrata di San Francesco della Scarpa, per la manifestazione a scopo benefico ideata da Maria Lucia Seracca Guerrieri Portaluri, i palazzi si apriranno per accogliere tour guidati, concerti, mostre, letture e cene a lume di candela; mentre i migliori artigiani nazionali e internazionali esporranno nell’ex chiesa cinquecentesca manufatti eccellenti. In piazza Carducci ci saranno arredi da giardino, paesaggisti, vivaisti, designer e artigiani salentini.
Tra i partecipanti nomi coronati, personaggi noti e nobildonne da tutt’Italia e non solo, che presentano le loro creazioni; Più che una mostra mercato, “Artigianato d’eccellenza” sembra un salotto di aristodame. Unica realtà salentina presente è la Fondazione Le Costantine, antica tessitura che realizza con vecchi telai bellissimi manufatti, come sciarpe, borse, tende, tovaglie e tappeti.

Vino biologico
E per chi ama il biologico, e la buona cucina salentina, a mezz’ora da Lecce, i Duchi Guarini hanno voluto a Scorrano aprire all’ospitalità Palazzo Guarini: un luogo fuori dal comune, una dimora d’altri tempi, dove trascorrere il tempo in totale relax, magari seduti nel giardino ottocentesco, che profuma di lavanda e rosmarino, tra agrumi, palme, piante esotiche, antichi roseti, colonnati e fontane. E poi shopping-gourmet nella bottega aziendale: oltre ai vini, l’extravergine Tenuta Lucagiovanni e le conserve della linea agroalimentare ‘Le Masserie del Duca’ tra cui squisite creme di carciofi, peperoni rossi e gialli, pomodori secchi e olive Celline di Nardò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>