La luce della leggerezza: trenta opere di Candida Ferrari in mostra dal 17 giugno a Varart

di Blogger Commenta

Trenta opere dell’artista Candida Ferrari in mostra alla Varart di Firenze, a partire dal 17 giugno, nella rassegna intitolata La luce della leggerezza.
Si tratta di vere e proprie “installazioni” bidimensionali a muro, posizionate a terra o appese al soffitto, realizzate in plexiglas, plastiche, carte speciali (metallizzate e acetati) che, opportunamente trattate col colore – di preferenza rosso, argento ed oro – o con il nero catrame, si aggregano, accostandosi e sovrapponendosi.
Così questi materiali “leggeri” assorbono la luce che si offre come ulteriore materiale fondante l’opera della Ferrari.

Le composizioni cromatiche

La luce crea intense composizioni cromatiche a seconda della sua incidenza, rendendo questi fogli di carte e di plastiche, e quei plexiglass, tanto leggeri da trasformarli in campi trasparenti, cangianti e complessi.
Se nella realtà è la luce che avvolge e penetra i materiali, qui, nella costruzione artistica, pare quasi che quella provenga proprio da quei materiali: è appunto “la luce della leggerezza”.
Allo stesso tempo, quelle superfici lucide e libere, quelle colonne che scendono dall’alto hanno in sé la possibilità del movimento il quale acquista ancor più consistenza proprio da come la luce guizza e scivola su e tra di essi.

Il catalogo della mostra include un testo di Giorgio Bonomi e uno di Luciano Caramel, inedito, scritto nel 1992 ma oggi più che mai attuale.
La mostra sarà aperta dal 17 giugno al 30 settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>