Roma: fino a gennaio 2012 musei aperti il sabato sera

di Francesca Spanò Commenta

Questa estate l’iniziativa si è rivelata un successo e ha attirato nella Capitale almeno 15.000 persone e adesso Roma replica tale felice esperienza e apre i musei il sabato sera fino al 7 gennaio 2012. La manifestazione  che si veste dei colori dell’autunno potrebbe richiamare ancora più turismo nella Città Eterna, persino da parte dei più giovani che piuttosto che trascorrere tutti i weekend tra pizza, pub e discoteche potrebbero scegliere una serata diversa riscoprendo testimonianze culturalmente pregevoli e antiche. Questi appuntamenti già sono scatteti lo scorso 22 ottobre e tra le sale museali si sono mosse almeno 1200 persone.

Ecco i luoghi che potrete comprendere di volta in volta nella vostra visita se vi trovate da queste parti:

  • Centrale Montemartini
  • Macro Via Nizza
  • Macro Testaccio (fino alle 24, ultimo ingresso alle 23.30)
  • Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali
  • Musei Capitolini
  • Museo dell’Ara Pacis
  • Museo di Roma Palazzo Braschi
  • Museo di Roma in Trastevere

Le aperture serali straordinarie scatteranno alle venti per terminare all’una di notte con l’ultima entrata alle 24. Si potranno quindi vedere le mostre temporanee e anche quelle permanenti e si potrà soprattutto assistere agli spettacoli collaterali di musica, danza e teatro. Restano possibili le visite guidate a pagamento chiamando il numero 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00). In più

Da tenere presente poi che fino al prossimo 22 dicembre, verranno aperti i cancelli pure dei Musei di Villa Torlonia (Casino Nobile, Casina delle Civette), il Museo delle Mura, del Planetario e dell Museo Astronomico. Si potrà accedere pagando semplicemente il biglietto di entrata tranne che nei giorni di chiusura che saranno  sabato 24 e sabato 31 dicembre. Chiaramente trattandosi di due date festive  la manifestazione viene fermata ma con tutti questi weekend a disposizione sarà più facile per voi organizzare una puntatina da queste parti anche se magari abitate in un’altra regione di Italia persino molto lontana.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>