Tour dell’India: dove andare e cosa vedere

di Francesca Spanò Commenta

 

Scegliere un itinerario in India, soprattutto se si tratta di un primo viaggio non è affatto cosa semplice, anche se è vero che alla fine si decide sempre di scoprirne i simboli principali come il Taj Mahal o Calcutta ad esempio prima di spostarsi magari nel Rajasthan.Nemmeno rimanendo un anno intero, forse riuscireste a scoprirne ogni angolo, data la sua estrema grandezza e soprattutto la particolarità di monumenti e tradizioni locali. Meglio concentrarsi su un paio di regioni ma conoscerle al meglio.

L’itinerario turistico più famoso resta al nord del Paese e parliamo del cosiddetto “Triangolo d’Oro”che comprende Delhi, capitale dell’impero britannico, Agra, sede del  Taj Mahal, ma anche la “città rosa” Jaipur nel Rajasthan.  In quest’ultimo luogo i paesaggi desertici affascinano e anche i suoi forti e i palazzi storici e super decorati. A est di Delhi, costeggiando il fiume Gange si giunge a Varanasi  città sacra degli indù, anche se non meno interessante è Kolkata, grande metropoli. Per avvicinarsi al Nepal, si possono percorrere i sentieri  vicini all’Himalaya che definire spettacolari è poco. Ancora una visita la meritano Himachal, Pradesh e Ladakh con i suoi monasteri e i paesaggi lunari.

 

Molti turisti si avventurano pure nel Sikkim, a nord del Bengala perfetta meta per il trekking, mentre non meno frequentato nonostante sia stato pesantemente colpito dallo tsunami del 2004, è il Tamil Nadu. Il Kerala rappresenta l’India più tropicale e famosissime restano pure le spiagge di Goa e Mumbai a nord di quest’ultima. Qui ha sede la popolare industria cinematografica del paese e può essere usato come punto di partenza per il Gujarat. Meno battuta è l’area della città abbandonata di Vijayanagar nel Karnataka, ma anche le grotte buddhiste dipinte e soclpite nella roccia di Ajanta ed Ellora e i templi erotici di Khajuraho. Nel profondo sud, infine, potete trovare ristoro nello Ootacamund.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>