Vacanze al risparmio: gli italiani partono dopo l’Epifania

di Redazione Commenta

Si è vero, festeggiare il Natale o il Capodanno in vacanza magari all’estero può risultare davvero indimenticabile, tuttavia il più delle volte a ricordarsi dell’evento è più che altro il portafoglio. Con il lavoro che manca e i rischi per il futuro di trovarsi in condizioni economiche ancora più disagiate, stavolta gli italiani ci hanno pensato bene e il risultato è stato una sana via di mezzo. Insomma, nessuna rinuncia per le ferie ma le partenze, per chi può sono state programmate per dopo l’Epifania. L’unico modo per risparmiare ottenendo comunque di potersi allontanare da casa era questo.

A confermare questa tendenza è stato soprattutto l’Osservatorio Casa.it il quale ha delineato anche un quadro sulle mete piu’ desiderate per la stagione invernale 2011/2012. Le richieste hanno segnato un più quindici per cento per la settimana successiva al Capodanno e prima della Befana alla volta di mete non troppo lontane e costose.

In più, già il sei gennaio, nonostante si trovi sempre in alta stagione, fa registrare una piccola riduzione dei canoni di affitto. Un dato che non è passato inosservato e che ha portato molti italiani a scegliere un periodo diverso per le proprie vacanze. L’anno che si è appena concluso è stato molto difficile e per il 2012 c’è bisogno di riprendersi e non permettere che l’aumento delle tasse metta ko le famiglie. Ricaricare la spina è quanto di meglio ci si possa concedere, ma questo ha inevitabilmente condizionato la scelta del periodo. Il più 15 per cento di richieste nel nuovo anno ha chiarito ogni dubbio in merito. Le regioni sciistiche più richieste sono Limone Piemonte, Ponte di Legno e Corvara e da queste parti è stato segnato un aumento dell’11 per cento con un risparmio che non supera il 10 per cento sul canone medio settimanale di affitto che resta intorno ai 700 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>