Petra: il fascino eterno di uno dei luoghi più belli del mondo

di Francesca Spanò Commenta

Impossibile restare indifferenti al suo fascino come una donna che da un primo sguardo magnetico attrae tutti coloro che la osservano. La bellezza di Petra è immortale e non a caso è considerato uno dei luoghi più belli del mondo. Una meta che almeno una volta nella vita bisogna visitare.Con le sue tombe e i templi scavati nella roccia molti dei quali ben conservati ci si può rendere conto di quanto un tempo rendevano unica una metropoli in piena espansione. Del resto qui non sono mancati gli abitanti sin dai tempi  preistorici, ovviamente all’inizio però era solo un classico insediamento. Quando arrivarono i nabatei non fu più solo uno dei pozzi d’acqua nel deserto. La città rimessa a nuovo del tutto divenne capitale di un vasto centro commerciale e fu persino annessa a Roma.  Dopo un periodo molto vivace e positivo fu dimenticata per secoli, fino al 1812. In quell’anno infatti fu riscoperta, ma vediamo qualcosa in più sui tesori che nasconde:

Di sicuro un tour a Petra deve comprendere:

  • Monastero: è bellissima l’incredibile facciata del monastero o El-Deir. Fa parte di un tempio nabateo che si pensa sia stato usato in seguito come chiesa.
  • il teatro: è stato scavato nel fianco della roccia sempre dai nabatei forse nel I secolo d.C ed è molto legato agli standard architettonici romani del periodo. Poteva contenere fino a 7.000 persone.
  • Tombe reali: il panorama che creano è ancora più incredibile se visto da lontano. Si perchè si trovano scavate nella roccia e rappresentano una facciata monumentale scolpita nella montagna.
  • Siq: per arrivare a Petra comunque bisogna percorrere una stretta gola, scavata nella montagna nei secoli dall’acqua del Wadi Musa.
  • Tesoro: è la meraviglia più assoluta del posto e ha fatto anche da location ad uno dei film di Indiana Jones. Si trova alla fine del Siq e prende il nome di Khasneh el-Faroun (tesoro del Faraone).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>