Vacanze, un last minute per risparmiare

di Francesca Spanò Commenta

 

E’ l’unica formula che ormai gli italiani possono concedersi per le ferie. Il viaggio dell’ultimo minuto permette di risparmiare, a volte, fino al quaranta per cento e, ancora di più, il meno usato last second. Con pochi giorni di anticipo, infatti, pur di riempire le strutture rimaste vuote, i gestori si accontentano di abbassare le tariffe e così si risparmia. E’ il momento in cui una buona fetta delle popolazione è lontana dagli uffici e spostarsi da casa è sempre più costoso.Le stime parlano di molte persone costrette a restare a casa e a spostarsi solo per il weekend, ma in fondo all’ultimo minuto la tentazione potrebbe essere grande.

Ecco perché il last minute che un tempo piaceva a pochi, ora diventa la regola e una vera e propria tendenza. Non è bello per molte persone, infatti, doversi preparare in pochissimi giorni e non poter nemmeno scegliere la meta, anche se poi magari si finisce per andare verso un luogo paradisiaco. In tanti, preferivano mettere i soldi da parte e scegliere posto e formula adatta alle proprie esigenze.

Ora non ci sono molte alternative. I bus e i traghetti sono aumentati. Agli aerei si applica spesso un adeguamento carburante non indifferente e l’auto che è il mezzo preferito per gli spostamenti, costa una fortuna, soprattutto per quel che concerne la benzina. C’è poca scelta e moltissimi hanno scelto stavolta di recarsi al mare di rado, nei giorni festivi, per tentare di risparmiare in vista di tempi che non sappiamo come saranno. Ai last minute, però, in pochi resistono. Una meta prima costosissima ribassata della metà tenta di sicuro e le vacanze sono salve. Per questo tipo di formula si può chiedere alle agenzie turistiche, ma sempre più spesso ci si affida alle agenzie online che permettono una rosa di scelta più ampia e in tempo reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>