Cous Cous Fest 2012 a San Vito Lo Capo: inizia la sfida

di Francesca Spanò Commenta

 

La sfida ha avuto inizio e a battersi sono alcuni tra i migliori chef del mondo, all’edizione 2012 del Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo. Stavolta c’è una novità in più: una ricetta a tema anticrisi “cheap and tasty”. La più buona ed economica, tra quelle presentate sarà la regina del Festival internazionale dell’integrazione culturale nella sua 15\esima edizione. In gara, nove Paesi che sono: Costa d’AvorioEgitto, Francia, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal e Tunisia.

Una occasione per conoscere nuove culture e tradizioni tra le cucine di San Vito Lo Capo, dove si parlano molte lingue e si professano diverse religioni ma lo spirito della manifestazione e l’amore per la cucina, uniscono tutti. Il cibo è la strada per la multiculturalità e l’integrazione culturale.La giuria tecnica è composta da un gruppo di esperti e tra di loro, in testa c’è Paolo Marchi, giornalista enogastronomico e ideatore di “Identità Golose”, il primo congresso italiano di cucina d’autore. A decretare la preparazione migliore ci penserà, comunque, pure una giuria popolare, formata da circa 80 visitatori della manifestazione. In squadra per l’Italia ci sono due chef sanvitesi, Piera Spagnolo e Katia Abrignani insieme a Fabrizio Ferrari, da Lecco, vincitore del Cous Cous Fest Preview, l’anticipo dell’evento che si è svolto a San Vito Lo Capo a giugno.

Dalla Costa d’Avorio si sono messi ai fornelli le sorelle Awa e Marème con una ricetta prevalentemente a base di seppie e gamberi. Per l’Egitto partecipano gli chef Aly Mohamed e Ahmad Mohamed Aly, padre e figlio, mentre gli chef israeliani sono Boaz Cohen e Refael Levi. Nella ricetta marocchina, preparata dagli chef Khadija Touil e Mohammed Chaouki Djedidi il cous cous è con l’agnello, fiori d’arancio, zenzero e zafferano. Per la Palestina ci sono Romeo Musallam e Sana Nizam Saleh Saleh con un cous cous di ceci e pollo, mentre per il Senegal la chef Ba Diatou prepara un cous cous con filetto di merluzzo e verdure. Per la Tunisia Mizoughi Aly e Brahim Najet Mkacher presentano il cous cous con la zucca rossa e il montone.

 

Photo Credit: Ufficio Stampa Cous Cous Fest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>